ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNuove rotte

L’Islanda è più vicina con Play

La giovane compagnia low cost dal 7 giugno collegherà come suo primo scalo dall’Italia Bologna a Reykjavík con due voli a settimana il martedi e il sabato

di Lucilla Incorvati

3' di lettura

Il Parco Nazionale di Thingvellir, il geyser di Geysir e la cascata di Gullfoss. E ancora il promontorio Dyrholaey, la Blue Lagon, il ghiacciaio Svínafellsjökull. Terra estrema dove fuoco e ghiaccio convivono in un armonia, questa affascinante e avventurosa destinazione oggi è più vicina all’Italia grazie ai nuovi collegamenti da Bologna a ReyKjavik previsti a partire dal 7 giugno con Play, nuova compagnia low cost che collegherà Bologna alla capitale ReyKjavik.

Play, nuova compagnia Low Cost

Play, compagnia islandese low-cost sbarca in Italia pronta a collegare Bologna all'Islanda due volte a settimana. I primi voli sono in programma dall'aeroporto G. Marconi all'aeroporto Keflavík di Reykjavík a partire dal 7 giugno. La rotta, operativa il martedì e sabato, è il primo volo del vettore dall'Italia. Fondata nel 2019, PLAY ha lanciato i suoi primi voli nell'estate 2021 con un collegamento tra la capitale islandese e Londra. Per l'estate 2022 la compagnia prevede di operare voli dall'Islanda per 26 destinazioni in Europa e negli Stati Uniti servendosi di una flotta di 6 aeromobili della famiglia A320. Il nuovo collegamento da Bologna per Reykjavík permetterà ai turisti italiani di visitare un paese unico dalla natura spettacolare così come i turisti islandesi potranno scoprire, Bologna, l'Emilia Romagna e la riviera adriatica. A partire dal 25 febbraio, tutte le restrizioni relative al COVID-19 in Islanda sono state revocate. Ciò include regole sulle procedure di isolamento, quarantena, test e imbarco. I voli PLAY per Reykjavík sono in vendita a partire da 110 euro a tratta.

Loading...

Terra ricca di fascino e d’avventura

L'Islanda è una grande isola che custodisce meraviglie naturali tra le più affascinanti al mondo. L’orizzonte è sempre infinito, la luce alla volte accecante, i colori forti. E’ una terra estrema, in buona parte disabitata, dove c'è un perfetto quanto paradossale equilibrio tra due opposti. Il fuoco e il ghiaccio, ovvero il calore dei vulcani sempre vivi e il freddo dei ghiacciai che ancora sopravvivono. In questo esteso territorio la natura regala spettacoli unici e di rara bellezza: i geyser, le sorgenti calde, le grandi cascate, le spiagge di sabbia nera, i fiordi imponenti, enormi valli deserte e poi all’improvviso l’azzurro del mare che la circonda. Come quando si arriva sulla misteriosa spiaggia di sabbia nera di Vik o sulla spiaggia di Rauðisandur. Si resta letteralmente rapiti dai moltissimi iceberg che galleggiano nella Laguna Glaciale Jökulsarlon, creata dallo scioglimento del ghiaccio del Vatnajökull. In questa zona capita spesso di ammirare le foche, che nuotano felicemente nella laguna .Questi iceberg scendono sempre di più verso il mare, fino a raggiungerlo. Dopodiché le onde riportano i pezzi di ghiaccio a riva, formando la Diamond Beach.

L'Islanda alla scoperta con Play

L'Islanda alla scoperta con Play

Photogallery10 foto

Visualizza

Golden Circle, Dyrholaey e Laguna Blu

Tra le più note attrazioni dell’Islanda c’è il famoso Golden Circle (Circolo d’Oro), così soprannominato e non lontano da Reykjavik, riconosciuta come la capitale della vita notturna del nord. Qui si trovano il Gullfoss, una delle cascate più belle ed imponenti dell’isola, formata da due salti che scompaiono in un canyon stretto e profondo Il Parco Nazionale di Thingvellir, un Parco Nazionale che nel 2004 è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità da parte dell' UNESCO. Il paesaggio è di una seducente bellezza e in passato, circa 1000 anni fa, è stato il luogo nel quale si tennero le assemblee dell'Alþing, l'antico Parlamento. Completa il triangolo d’oro il geyser di Geysir, la più grande sorgente d'acqua calda che fuoriesce dal sottosuolo. È proprio da questa località che tutti gli altri geyser sparsi nel resto del mondo prendono il nome. E se il promontorio di Dyrholaey regala l’ennesimo spettacolo magico tra l'oceano e la spiaggia lavica nera, da non perdere tra le altre bellezze è la Blue Lagoon, la più grande area termale naturale del paese e tra le più grandi al mondo. A meno di un'ora di auto da Reykjavik, la Laguna Blu è incastonata in campi di lava nera ed è alimentata dall'acqua della vicina stazione geotermale di Svartsengi, che raggiunge una temperatura di 38°C. Il particolare colore azzurro latteo dell'acqua è dovuto alla presenza di alghe, di silice e all'alta concentrazione di sali minerali. Non c’è modo migliore per rilassarsi dopo un viaggio intenso e avventuroso. Ma prima di lasciare l’Islanda si deve salpare dal porto di Húsavík a Reykjavik alle volta dell’avvistamento delle balene, una delle esperienze più belle che regala un viaggio in Islanda.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti