ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa moda nella Capitale

L’offerta delle scuole fra tradizione e futuro

Istituti in espansione

di Chiara Beghelli

2' di lettura

Nel 1951 Roberto Capucci vi apriva il suo atelier, le Sorelle Fontana firmavano la collezione “Fontane di Roma” e madame Koefia, nom de plume della contessa Alba Toni Brasini, fondava la prima scuola di moda italiana: tutto accadeva a Roma, capitale dell’alta moda dell’epoca, un patrimonio in gran parte purtroppo disperso ma che sopravvive proprio nelle sue scuole. Oggi l’Accademia Koefia, che ha tre sedi nel quartiere Prati, è la più antica degli istituti della Capitale dove si insegna e studia la moda. La seconda in ordine di tempo è anche una delle più blasonate del mondo: nel 1964 la storica, costumista e scrittrice Rosana Pistolese fonda l’Accademia di Costume e Moda, guidata oggi dai nipoti Lupo Lanzara e Furio Francini, dove negli anni hanno studiato Alessandro Michele (direttore creativo di Gucci) e Frida Giannini (sempre in Gucci fra 2005 e 2015). È l’unica scuola di moda italiana ad aver vinto tre edizioni del prestigioso Lvmh Graduate Prize, i suoi studenti collaborano già durante gli studi con marchi come The North Face e Mantero, per citare i casi più recenti, e ha appena inaugurato la sua prima sede a Milano.

Il passaggio dal Lazio alla Lombardia è piuttosto un unicum: l’Istituto Europeo di Design, nato a Milano nel 1966, è giunto a Roma nel 1973, e fra i suoi studenti di moda più celebri (allora compagni di corso) ci sono Pierpaolo Piccioli (direttore creativo di Valentino) e Maria Grazia Chiuri (dal 2016 alla guida di Dior). Oggi lo Ied ha tre sedi in città e nel suo piano di investimenti da 100 milioni di euro rientra anche un nuovo campus a Roma, per il quale si parla della vecchia sede Mira Lanza in zona Ostiense-Marconi. Un istituto vocato all’innovazione, come dimostra la recente partecipazione alla fiera Maker Faire, sempre in città, con alcune creazioni in 3D degli studenti del corso in Product Design, come lo zaino/marsupio progettato per il corpo femminile e le scarpe per la danza classica su misura.

Loading...

Al 2018 risale poi l’approdo a Roma dell’Accademia del Lusso, nata a Milano nel 2005 e che nelle sue due sedi romane offre un ampio programma di corsi dedicati anche alle professioni della moda legate a comunicazione, marketing, brand management e retail. Tre anni fa l’arrivo nella Capitale anche di Naba, Nuova Accademia di Belle Arti, che rileva due edifici storici di via Ostiense per far sorgere il suo campus da 3.500 mq: dopo i primi cento diplomati ed entrata quest’anno nella top 100 delle migliori università in ambito Art & Design stilata dalla Qs World University Rankings, agli studenti di Roma offre un nuovo Biennio Specialistico in Fashion and Costume Design (attualmente in fase di approvazione da parte del ministero per l’università e la ricerca), legato all’industria dell’audiovisivo ancora molto vivace in città.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti