AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùClima

L’oleodotto più odiato dagli ambientalisti non si farà: eutanasia per Keystone XL

I canadesi rinunciano alla pipeline che doveva trasportare il petrolio delle sabbie bituminose dell'Alberta. John Biden, appena eletto alla Casa Bianca, aveva ritirato i permessi in territorio Usa

di Sissi Bellomo

Rosneft al Forum di Pietroburgo: rischio carenza offerta greggio

3' di lettura

Era il più odiato tra gli oleodotti, l’opera che avrebbe consentito al Canada di esportare in grandi quantità il petrolio più sporco, ricavato dalle sabbie bituminose. E proprio per questo era diventato un bersaglio simbolo, al centro delle battaglie del nuovo ambientalismo nordamericano e di infiniti scontri nelle aule dei tribunali e nelle stanze della politica. Compreso lo studio ovale della Casa Bianca.

Oggi il Keystone XL è ufficialmente morto. Dopo tredici anni TC Energy (ex Transcanada), la...

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti