ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFacoltà di economia

L’Università Politecnica delle Marche punta sui data analyst

Corso di studio triennale in Digital Economics and Business (DEB), erogato interamente in lingua inglese, lanciato dall’ateneo

di Mi.Ro.

2' di lettura

Integrare le competenze negli ambiti economico-politico ed economico aziendale con quelle informatiche e di analisi di basi integrate di dati, che sempre più rappresentano un fattore competitivo per le aziende e per migliorare la qualità della vita delle persone. Sono gli obiettivi del corso di studio triennale in Digital Economics and Business (DEB), erogato interamente in lingua inglese, lanciato dall'università Politecnica delle Marche, all'interno della facoltà di economia, e che formerà tre figure professionali: il data-driven economic and financial analyst, il data-driven business analyst e il data analyst for economics and business.

Gli obiettivi

«Il carattere distintivo delle competenze associate a queste figure - spiega la coordinatrice scientifica del corso, Alessia Lo Turco - è l'approccio data-driven, che produce le informazioni rilevanti per orientare e supportare i processi decisionali come risultato di processi di selezione ed elaborazione di dati relativi al business aziendale e ai mercati economico-finanziari». Il programma consente di focalizzare la preparazione sulle discipline fondamentali dell'economia aziendale, politica e finanziaria, coniugandola alla preparazione di base dei fondamenti informatici e alla solida preparazione in materie statistico-econometriche.Grazie alle sue caratteristiche, il corso di studi proposto dalla Politecnica delle Marche rappresenta un'offerta didattica innovativa al livello nazionale tra le università pubbliche: solo Ca' Foscari a Venezia offre un corso di laurea triennale in lingua inglese con contenuti digitali, ma è specializzato esclusivamente in digital management. «L'attesa è che il bacino di utenza (per l'ammissione sono necessari una conoscenza della lingua inglese di livello B2 e un'adeguata preparazione iniziale, ndr.) possa essere ampio e travalichi i confini regionali e anche nazionali, attirando studenti stranieri interessati a comprendere i meccanismi dell'economia attraverso l'analisi dei dati». Nessuna sorpresa, quindi, se appena lanciato, il corso ha ricevuto già più di 300 domande di iscrizione da studenti stranieri sulla piattaforma Universitaly.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti