calcio & finanza

L’urna Champions sorride alla Juve, Piazza Affari pensa già alla finale

di Cheo Condina


(ANSA)

2' di lettura

Piazza Affari punta su una cavalcata della Juventus Fc verso la finale di Champions, che si giocherà il primo giugno al Wanda Metropolitano di Madrid. Già in rialzo prima del sorteggio di oggi a Nyon, il titolo del club bianconero è schizzato immediatamente al rialzo del 5% (con una sospensione per eccesso di volatilità) appena dall'urna svizzera è uscito l'accoppiamento con l'Ajax e ha poi chiuso in rialzo dell'1,77%. L'Ajax è certamente un avversario più morbido rispetto a Manchester City, Barcellona o Liverpool, anche se non va dimenticato che proprio gli olandesi, agli ottavi di finale, hanno eliminato i campioni in carica del Real Madrid vincendo 4-1 al Bernabeu. Da quando ha eliminato l'Atletico - vale a dire in tre sedute - il "bottino" di Borsa della Juve parla di un rialzo del 25%.

Conquistare la semifinale, tra premi Uefa e botteghino, può valere oltre 17 milioni di ricavi per la Juve (12 di premi Uefa e 5 di incasso): è questo il primo ragionamento degli operatori di Borsa. Poi, eventualmente, la Juventus sarà attesa, in semifinale, dalla vincente del derby inglese tra Tottenham e Manchester City.


Piazza Affari scommette dunque su nuovi ricavi garantiti dalla Champions. Si stima che, da lla partecipazione alla vecchia Coppa di Campioni, il club bianconero abbia già incassato oltre 80 milioni senza considerare i ricavi da stadio. Il passaggio ai quarti – arrivato grazie all'impresa sull'Atletico - vale altri 10,5 milioni di premio più i ricavi da botteghino (e martedì è stato stabilito il record di incasso con 5,5 milioni) . Il totale degli incassi del club torinese legati alla Champions 2018/2019, considerando la mancata qualificazione della Roma - che influisce sui meccanismi del market pooling - è così già salito a 94 milioni circa a cui potrebbero aggiungersi altri 17 milioni nel caso in cui il club torinese superasse l'ostacolo Ajax.

In caso di vittoria finale i premi arriverebbero addirittura a 126 milioni (escludendo sempre il fatturato da stadio), battendo il record storico di ricavi da Champions realizzato dalla stessa Juventus nel 2016/2017, con 110 milioni circa, nonostante la sconfitta in finale contro il Real Madrid.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti