LA NUOVA PEUGEOT

La 208 si fa in tre: benzina, diesel ed elettrica

di Corrado Canali

Nuova Peugeot 208, la 2° generazione debutta al Salone di Ginevra

2' di lettura

TRNAVA (Slovacchia) - Non solo attraente. L’appeal estetico è la chiave del successo di ogni vettura, ma per la seconda generazione della 208, Peugeot ha pensato a un altro valore aggiunto. Il nuovo modello, costruito a Trnava in Slovacchia dove il Gruppo Psa ha concentrato l’assemblaggio delle compatte, infatti, avvia il programma di elettrificazione del brand. Non a caso la versione elettrica, la e-208, sarà subito in vendita insieme alle varianti coi motori termici e proverà, non solo le compatte elettriche (come la ben più grossa Nissan Leaf), ma forse la Bmw i3, perché no?

GUARDA IL VIDEO / Nuova Peugeot 208, la 2° generazione debutta al Salone di Ginevra

Loading...

Del resto la nuova 208 vuole essere un modello premium con interni raffinati, una dotazione hi-tech di livello e l’alternativa a batteria che nessun altro costruttore anche di lusso, se non Bmw, può offrire al momento. Insomma la 208 è destinata a sorprendere in ogni aspetto. Dal design rinnovato col parabrezza che fa allungare il cofano e le regala una taglia in più oltre il settore di riferimento delle utilitarie. È una sorta di “next technology” a cominciare dal secondo livello di guida autonoma di cui è dotata con l’head up display con tecnologia olografica che visualizza informazioni dinamiche che si allontanano o si avvicinano all’occhio di chi è alla guida a seconda dell’importanza o dell’urgenza, il tutto inserito nella nuova generazione dell’i-cockpit.

La vettura è più lunga di 8-9 cm e quindi supera i 4,08 metri, ma più larga di un 1 cm (1,74) e più bassa, 1,43 rispetto a 1,46 per completare l’arretramento del parabrezza che fa scendere il tetto a spiovente sul posteriore. La parentela di stile con la 508 è immediata grazie alla firma luminosa anteriore a 3 artigli dei proiettori full Led, mentre dietro la striscia luminosa li unisce tutti. Dell’elettrica va detto che avrà un’autonomia stimata di 450 km e che il “pieno” di corrente richiede 23 ore dalla rete elettrica domestica, ma meno di un’ora dalle colonnine a ricarica rapida da 100 kW. L’offerta di motori della 208, tuttavia, prevede anche le unità termiche: a benzina, il 3 cilindri di 1.200 cc da 75, 100 e 130 cv e il 4 cilindri diesel di 1.500 cc da 100 cv. La nuova 208 sarà offerta in 5 allestimenti: Like, Live, Allure, GT Line e GT per l’elettrica. Dopo il debutto al Salone di Ginevra, sarà in vendita in autunno ma potrà essere prenotata “online” dai primi di marzo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti