Mentone

La Biennale d’Arte Sacra riunisce artisti da ogni dove

«Ode alla vita» è il titolo dell’esposizione


default onloading pic
Lo spazio espositivo

2' di lettura

La prima Biennale di Arte Contemporanea Sacra (Bacs) è in corso in Francia, a Mentone (inaugurata il 30 settembre, chiuderà alla fine di ottobre), al Grand Hotel des Ambassadeurs.

Il titolo, che è anche tema, di questa prima edizione è «Ode alla vita»: riunisce 214 opere di altrettanti artisti di tutto il mondo (trentacinque di essi sono tra i più quotati di oggi).
Bacs è un insieme di mostre d'arte, riunite sotto lo stesso tetto, su sei livelli e dodici spazi espositivi. In uno di essi si trovano le opere di grandi maestri scomparsi, come Basquiat, Kounellis, Chagall, Rauschenberg, Fontana, Cocteau, Dalì, Calder, Haring, Baj, per citarne alcuni. In altra parte dell' Hotel des Ambassadeurs sono presenti i maestri viventi: si notano Banksy, Joe Tilson, Daphne du Barry, Yayoi Kusama e molti altri. E ancora vi sono gli emergenti, che firmano opere ritenute di grande qualità e bellezza.

Daphne Du Barry

Bacs è una creazione di Liana Marabini, cineasta e mecenate (è presidente dei Mecenati dei Musei Vaticani nel Principato di Monaco). Lei ha scelto il tema della vita perché, spiega, «è un dono di Dio, il più bello di tutti». E aggiunge: «La vita occupa tutta la nostra esistenza, mentre la morte è solo un istante, quello finale. Dobbiamo perciò omaggiare la vita in tutti i modi e l'arte è il modo più bello di ringraziare Dio».

Del resto, ha scritto Henry Miller in «The wisdom of the heart »: «L'arte non insegna niente, tranne il senso della vita ».
Il Comitato scientifico è composto da personaggi noti – ne ricordiamo buona parte – quali Daniel Boéri (esperto d'arte e presidente della Commissione della Cultura e del Patrimonio del Consiglio Nazionale di Monaco), monsignor Renè Giuliano (vicario generale onorario della Diocesi del Principato di Monaco), Giorgio Grasso (storico e critico d'arte, organizzatore della Biennale di Venezia), Michel Imbert (storico dell'arte), Elisabeth Lev (storica dell'arte e scrittrice), la principessa Maria Pia Ruspoli (collezionista), Luc Lanlo (mecenate, operatore culturale) e Mar Morosse (professore di storia dell'arte a New York). Anche il Comitato d'onore di questa Biennale ha raccolto nomi illustri, tra i quali ricordiamo il presidente, il cardinale Gianfranco Ravasi (che è altresì Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura). Seguono il Principe Nikolaus von Liechtenstein, lo stesso sindaco di Mentone e Presidente della Carf (Communauté de l'Agglomération de la Riviera Française) Jean-Claude Guibal, Françoise Léonelli (curatrice del Museo Cocteau di Mentone).
In occasione del debutto della Bacs, è stata inaugurata nel giardino del Grand Hotel des Ambassadeurs la statua intitolata «Notre-Dame des Innocents», opera dell'artista olandese Daphné du Barry. Raffigura la Vergine Maria che rende un omaggio alla vita.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...