Sondaggio Doxa

Tra gli alcolici la birra batte il vino, ma il caffè resta il re della socialità

Una ricerca commissionata da Birra Moretti indaga le preferenze degli italiani in vista dell’allentamento delle limitazioni anti-Covid

di E.Sg.

(Nitr - Fotolia)

1' di lettura

In un anno di vita domestica forzata è aumentata la voglia di stare in compagnia di amici e parenti. Magari davanti a un caffè, una birra o un bicchiere di vino. Sono, nell’ordine, gli “ingredienti” che gli italiani collegano al “sentirsi a casa o tra amici” secondo un sondaggio Doxa, commissionato da Birra Moretti in occasione della presentazione dell’ultima nata della casa, la Filtrata a Freddo.

L’indagine effettuata da Bva Doxa su un campione di mille italiani indaga come la sensazione del “sentirsi a casa” è intimamente associata anche a un cibo, un suono, un odore o a una bevanda: per la metà del campione è il piatto di famiglia, la musica alla quale siamo più legati per il 42%, il profumo che ci riporta a circostanze piacevoli per il 36%. Ma anche una birra, condivisa in buona compagnia, rappresenta per 1 italiano su 3 (33%) «quel piacevole connubio di rilassatezza e spensieratezza che ti fa sentire bene con te stesso e con gli altri».

Loading...

Tra gli alcolici la birra (”votata” dal 42%) si è rivelata più adatta allo stare in compagnia rispetto al vino (37%). Più indietro cocktail (15%) ed amaro (10%). Anche se tra le bevande il caffè (57%) resta il re della socialità tricolore.

«Nel nostro nuovo posizionamento – ha commentato Jan Bosselaers, direttore marketing di Heineken Italia – raccontiamo come alla base della buona compagnia ci sia la voglia di vivere “momenti veri”, insieme alle persone che ci accettano così come siamo, mettendoci in condizione di comportarci in modo spontaneo e con naturalezza».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti