cosmetica

La Bottega, nelle Marche l’azienda che produce kit per 10mila alberghi di lusso in tutto il mondo

di Chiara Beghelli


default onloading pic

2' di lettura

La prossima volta che entrerete nella toilette di un hotel a cinque stelle in qualche parte del mondo, fateci caso: sul retro delle boccette troverete il marchio “La Bottega - Trecastelli (An)”. Sono 10mila nel mondo gli alberghi che scelgono di far produrre le loro “amenities” (il kit di cortesia composto di base da shampoo, bagnoschiuma, crema corpo) a un’azienda marchigiana che dal 1981, anno in cui è stata fondata da Umberto Pacini sulle colline alle spalle di Senigallia, ha portato i suoi prodotti in oltre 100 Paesi del mondo.

Una storia di famiglia (Pacini, scomparso lo scorso 24 aprile a 76 anni, aveva già lasciato le redini una decina di anni fa al figlio Tommaso) e di un’intuizione: fornire agli hotel di lusso dei prodotti “su misura”, capaci di trasmettere cura per il cliente e senso di esclusività. In 31 anni l’azienda è diventata leader globale nel settore, con 200 dipendenti, 500 nuovi progetti ogni anno, sedi a New York, Shanghai, San Paolo e Hong Kong, otto magazzini nel mondo. Produce 80 milioni di saponette e 180 milioni di flaconcini all’anno per gli hotel più celebri del mondo, fra i quali il Cipriani di Venezia, lo Chateau Marmont di Los Angeles, il Martinez di Cannes.

Il fatturato 2017 è arrivato a sfiorare 85 milioni di euro, +9% rispetto all’anno precedente. Il primo mercato resta l’Italia, ma l’Asia è cresciuta a doppia cifra in Asia: «Siamo i couturier dell’hotellerie - spiega il direttore marketing Francesco Saccomandi -: forniamo un servizio a tutto tondo, lavorando insieme al cliente sulla sua brand identity. Abbiamo un laboratorio dove produciamo i cosmetici, una studio di grafica e uno di stampa delle etichette. Nel nostro portfolio ci sono 40 brand in licenza, fra cui marchi come Etro, Roberto Cavalli e Maison Margiela, e lavoriamo molto anche con brand di nicchia, per esempio Ortigia e Lorenzo Villoresi. Ma ci vengono richiesti sempre più spesso progetti ad hoc, che raccontino l’identità dell’hotel: per esempio abbiamo chiamato “5, Rue de Paix” la nuova collezione per il Park Hyatt Paris, come il loro indirizzo, una caratteristica che solo quella struttura possiede».

Uno dei fattori del successo della Bottega è anche saper tradurre l’evoluzione del modo di viaggiare: «Sono in aumento i viaggi delle famiglie con bambini e di chi porta con sé un animale domestico -prosegue il manager - : per questo abbiamo lanciato delle collezioni ad hoc, con prodotti specifici». Fra gli ultimi progetti dell’azienda, che sta aprendo la sua natura b2b anche agli acquisti dei privati (che spesso chiamano in azienda per chiedere di acquistare i prodotti trovati in hotel), c’è anche la nuova collezione “Hotel Couture”, che raccoglie le creazioni realizzate in 30 anni di esperienza per gli alberghi più iconici del mondo: «I clienti potranno portare un po’ del lusso dei loro hotel preferiti a casa loro. Sarà acquistabile online - conclude Saccomandi -, ma il mese prossimo si troverà in vendita anche in uno dei department store più importanti di New York».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...