terzo trimestre

La Bundesbank: Germania in recessione tecnica

Secondo la Banca centrale tedesca, anche nel terzo trimestre il pil potrebbe essere calato, ma non è in vista una recessione ampia e duratura

di R.Sor.


default onloading pic

1' di lettura

Sarà negativo anche il terzo trimestre, ma non sarà una recessione profonda. La Bundesbank, la Banca centrale tedesca, ha rivelato che il prodotto interno lordo della Germania, questa estate, potrebbe essersi contratto per il secondo trimestre consecutivo. È possibile quindi il paese abbia subìto una “recessione tecnica” ma, avverte l’autorità monetaria, si tratta di una contrazione limitata e temporanea dell’attività economica.

Debolezza delle esportazioni
«Il prodotto tedesco potrebbe essersi contratto ancora, leggermente, nel terzo trimestre del 2019», ha spiegato il rapporto mensile della Bundesbank. «Il fattore decisivo è la continua flessione nei settori orientati alle esportazioni», continua.

Pochi segnali di ripresa

Quanto ci può far male una recessione in Germania

È un calo di attività che crea alcuni rischi. «Gli indicatori anticipatori attualmente danno pochi segnali di una ripresa sostenibile nell’export e in una stabilizzazione del settore industriale», e questo aumenta la possibilità «che il rallentamento si estenda ancor di più ai settori più orientati alla domanda interna».

Un’ampia recessione «non in vista»
In ogni caso, conclude il rapporto, «una recessione nel senso di un significativo, ampio e duraturo declino nella produzione con una sottoutilizzazione degli impianti non è attualmente in vista».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...