SICUREZZA INFORMATICA

La campagna di Macron vittima di cyber attacchi da gruppo russo


default onloading pic
(REUTERS)

1' di lettura

La campagna elettorale di Emmanuel Macron, il favorito per l’elezione presidenziale francese dopo il primo turno, è stata presa di mira da un gruppo di cyber spionaggio che secondo alcuni esperti sarebbe collegato all’agenzia di intelligence militare russa GRU. La società di sicurezza informatica Trend Micro dice di aver trovato evidenza che il gruppo, chiamato Pawn Storm, avrebbe preso di mira la campagna con phishing via mail e tentativi di installare malware sul sito della campagna della formazione politica En Marche fondata da Emmanuel Macron appena un anno or sono e che si basa soprattutto sull’azione di giovani sostenitori.

Qualcosa di simile era successo l’anno scorso al candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti, Hillary Clinton, e al partito della cancelliera tedesca Angela Merkel.

La Russia ha ufficialmente negato un coinvolgimento negli attacchi hacker.

Gli esperti di sicurezza hanno detto alla Reuters che il gruppo Pawn Storm solitamente non usa subito i documenti segreti di cui è venuto in possesso, ma che comunque ogni tentativo di penetrare nei siti effettuti durante la campagna presidenziale non dovrebbe avere alcun effetto sul voto del ballottaggio previsto il 7 maggio. Più probabilmnte i documenti rubati potrebbero essere usati per indebolire la presidenza di Macron nel caso risultasse il vincitore come segnalano i maggiori sondaggi che lo danno come nel caso della società Opinonway al 61% contro il 39% a Marine Le Pen al secondo turno. Una passeggiata per Macron come ricorda il logo del suo movimento, En marche, in marcia, ma in politica meglio attendere i risultati definitivi delle urne.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...