Viticoltura 4.0

La cantina Arnaldo Caprai compie 50 anni e punta a innovazione e formazione

L’azienda umbra vinicola fondata nel 1971, che ha riscoperto Sagrantino e Montefalco, taglia il traguardo con 1 milione di bottiglie e 6 mln di fatturato

di Giorgio dell’Orefice

default onloading pic
L’installazione del ventolone antigelo nei vigneti Caprai

3' di lettura

Agricoltura di precisione e Agricoltura 4.0 praticate da molto prima che si chiamassero così. Soluzioni per ridurre l’impatto ambientale delle coltivazioni poi confluite in uno dei primi protocolli certificati in Italia per la sostenibilità. E ancora riscoperta e rilancio di vitigni autoctoni e restauro di opere d’arte per il rilancio del territorio e, infine, la formazione con la sede all’interno della cantina di un corso dell’Its di Perugia dedicato all’agroalimentare.

Tra le cantine del vino made in Italy che da sempre ha una particolare attenzione alla ricerca, alla sperimentazione e all’innovazione c’è l’umbra Arnaldo Caprai (160 ettari di vigneti, un milione di bottiglie prodotte, 6 mln di fatturato e 25% di export). Una delle aziende che hanno guidato la riscoperta del Sagrantino di Montefalco e che proprio quest’anno taglia il traguardo dei 50 anni di attività. La cantina fu infatti fondata nel 1971 per diversificare il business di famiglia che è invece quello tessile e dei merletti sulla spinta della passione del padre Arnaldo per la terra «e la voglia di sviluppare un’attività agricola – racconta Marco - in anni in cui dalle campagne si fuggiva. Volevamo una cantina che producesse vino in modo completamente diverso rispetto al passato, che avesse i piedi ben saldi per terra e la testa in giro per il mondo dove viene apprezzato il valore della qualità italiana. Insieme a Leonardo Valenti dell’Università di Milano abbiamo seguito i consigli di Luigi Veronelli che ci spronava a riscoprire i vitigni autoctoni come il Sagrantino di Montefalco per produrre vini di territorio che si rivolgessero però al mercato internazionale. Quando abbiamo iniziato a Montefalco c’erano 6 o 7 cantine. Oggi ce ne sono 80».

Loading...

Sensori nei campi e sostenibilità produttiva

Alla Arnaldo Caprai sono stati tra i primi a utilizzare i sensori nei campi per guidare le coltivazioni, a lavorare sulla razionalizzazione della gestione fitosanitaria del vigneto, sulla limitazione delle concimazioni azotate, sulla ricerca della qualità delle uve all’interno di un processo di sostenibilità produttiva visto che il protocollo New Green Revolution avviato nel 2007 è stato tra i primi protocolli per la sostenibilità certificati in Italia. La spinta all’innovazione è stata alla base anche del rapporto con la cultura con il finanziamento di progetti di restauro delle opere del pittore cinquecentesco Benozzo Gozzoli. La costante tensione verso la ricerca e la tecnologia sono anche le basi di un moderato ottimismo per il futuro persino in un periodo difficile come questo della pandemia. «Il Recovery Plan e la digitalizzazione – aggiunge Caprai – possono davvero cambiare il volto delle campagne italiane. La connettività nelle aree rurali può consentire di passare dall’agricoltura di precisione ad Agricoltura 4.0. Ma soprattutto la digitalizzazione e la diffusione dello smart working possono riportare in campagna competenze sui territori».

Il corso per gli istituti tecnici

«Da tre anni – conclude Marco Caprai – ospitiamo in cantina un’aula di un corso Its di Perugia con 28 iscritti. Ora tutti parlano di Istituti tecnici superiori dopo che li ha citati il premier Draghi come uno degli strumenti a disposizione per lo sviluppo del paese. Il corso che ospitiamo noi è rivolto alle aziende agricole e viticole e nel bouquet di offerta formativa ha anche olivicoltura, tartuficoltura e cerealicoltura. L’abbiamo sempre trovata una modalità importante nella quale le imprese partner possono contribuire al piano di studi e in questo modo favorire percorsi formativi adeguati alla reale domanda di lavoro».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti