le richieste a montecitorio e palazzo madama

La carica delle commissioni d’inchiesta: sei al traguardo, 146 nei cassetti

A Montecitorio e a Palazzo Madama sono depositate una valanga di richieste di istituzione di commissioni d’inchiesta: 89 bicamerali (60 alla Camera e 29 al Senato) e 57 monocamerali (38 alla Camera e 19 al Senato). Hanno gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria

di Nicoletta Cottone


La carica delle commissioni d’inchiesta: sei al traguardo, 146 nei cassetti

5' di lettura

La carica delle commissione d’inchiesta. Mentre sono stati individuati i 40 componenti della commissione bicamerale d’inchiesta sulle banche, in Parlamento sono depositate una valanga di richieste di istituzione di commissioni d’inchiesta. In tutto 146, di cui 89 bicamerali (60 alla Camera e 29 al Senato) e 57 monocamerali (38 alla Camera e 19 al Senato). Determinante nella scelta di questo strumento da parte dei parlamentari il fatto che la commissione d’inchiesta, come recita l’articolo 82 della Costituzione, ha gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell’autorità giudiziaria. E la composizione deve rispecchiare la proporzione dei Gruppi parlamentari. Per approvare le bicamerali deve essere approvata una legge, mentre per le monocamerali serve una deliberazione della camera interessata.

GUARDA IL VIDEO - La carica delle commissioni d'inchiesta: sei al traguardo, 146 nei cassetti

Finora sei commissioni hanno avuto il semaforo verde
In questa legislatura sono sei le commissioni che hanno avuto il via libera. Si tratta di quattro bicamerali e due monocamerali. Due bicamerali sono state istituite con legge nel 2018: si tratta della commissione d’inchiesta sui rifiuti e sugli illeciti ambientali connessi (presieduta dal deputato pentastellato Stefano Vignaroli) e della commissione d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e altre associazioni criminali (presieduta dal senatore pentastellato Nicola Morra). Due, invece, hanno visto la luce quest’anno e hanno la seduta costitutiva fissata per il 4 settembre. Si tratta della commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario e di quella sui fatti accaduti presso la comunità “Il Forteto”. La comunità è finita al centro di processi per maltrattamenti e abusi sessuali. Le altre due commissioni istituite con deliberazione sono monocamerali. Una, al Senato, che ha visto la luce con delibera 16 ottobre 2018, si occupa di femminicidi e di ogni forma di violenza di genere. L’altra, istituita alla Camera, delibera 30 aprile 2019, vuole indagare sulla morte di Giulio Regeni. Il 1° agosto, poi, ha avuto il via libera del Senat in sede deliberante la bicamerale d’inchiesta sulle case famiglia proposta da Massimiliano Romeo.

Ciascuna Camera può disporre inchieste su materie di pubblico interesse. A tale scopo nomina fra i propri componenti una Commissione formata in modo da rispecchiare la proporzione dei vari gruppi. La Commissione d'inchiesta procede alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell'autorità giudiziaria - Costituzione, articolo 82

Sessanta le bicamerali chieste alla Camera, 29 dal Senato
Sono 89 in tutto le bicamerali richieste dai parlamentari della XVIII legislatura: 60 volute dai deputati, 29 dai senatori. Quattro alla Camera sono state respinte: riguardavano l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sullo stato della sicurezza e sul degrado delle città. Sedici risultano assorbite ( si tratta di richieste che riguardano commissioni istituite), due ritirate : Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sull’ attuazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico presentata da Maria Alessandra Gallone di Fi e l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli allontanamenti dei minori dalle famiglie e sulle situazioni di incompatibilità e di conflitto di interessi di componenti privati presso i tribunali e le corti di appello per i minorenni di Francesca Businarolo del M5S.

Primo sì per la commissione d’inchiesta sui fatti di Bibbiano
Ha avuto il primo via libera al Senato la commissione parlamentare d'inchiesta sugli affidi di minori, iniziativa fortemente voluta da molti parlamentari dopo lo shock dell'inchiesta su Bibbiano, località dell’Emilia Romagna al centro dell'inchiesta “Angeli e demoni” su un presunto giro di affidi illeciti. Il testo, primo firmatario Massimiliano Romeo (Lega), è passato alla Camera per il via libera definitivo.

Si chiede di indagare sulle sparizioni di Silvia Romano ed Emanuela Orlandi
C’è la richiesta di Francesco Laforgia (Gruppo misto) che vorrebbe si indagasse sul rapimento della cooperante italiana Silvia Romano, la giovane milanese rapita il 20 novembre 2018 in Kenya. Era lì da novembre per conto della Onlus Africa Milele, attiva in progetti di sostegno all’infanzia. C’è chi, come Francesco Castiello (M5s), vuol far luce sulla sparizione di Emanuela Orlandi, la ragazza di 15 anni, figlia di un commesso della Prefettura della casa pontificia, scomparsa a Roma il 22 giugno 1983. Paola Nugnes (Gruppo misto) vorrebbe si indagasse sulla morte della giornalista Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin. C’è la richiesta di puntare l’obiettivo sulle cooperative spurie (Roberta Toffanin di Fi). O le richieste di far luce sulle comunità che accolgono minori. Antonio Ianone (Fdi) vorrebbe accertare le responsabilità del mancato adeguamento delle carceri e del sovraffollamento. Obiettivo puntato - con la richiesta di Stefano Bertacco (Fdi) - anche sul disastro di Ustica del 27 giugno 1980. Al Senato c’è la richiesta di Andrea Marcucci (Pd), che vorrebbe fare luce sulle morti nel Mediterraneo. Antonio Iannone (Fdi) vorrebbe una commissione d’inchiesta sulla condotta delle autorità nazionali nella vicenda dei fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

GUARDA IL VIDEO - Commissione d'inchiesta banche: faro acceso anche sulle società di rating

Trentotto richieste di monocamerali alla Camera
Errori sanitari nei punti nascita, povertà in Italia, bullismo e cyberbullismo, sicurezza delle scuole. Sono moltissimi i temi trattati nelle 38 richieste di commissioni d’inchiesta monocamerali di Montecitorio. Barbara Saltamartini (Lega), come Massimiliano De Toma (M5S) e Maria Chiara Gadda (Pd), vorrebbero una commissione d’inchiesta sulla contraffazione, la pirateria elettronica e digitale e il commercio abusivo. Elvira Savino (Forza Italia) vorrebbe saperne di più sulle condizioni del Mezzogiorno d’Italia . Walter Rizzetto (Fdi) e altri parlamentari vorrebbero indagare sulla morte di David Rossi, l’ex capo comunicazione di Mps precipitato dalla finestra del suo ufficio di Rocca Salimbeni, storica sede della banca di Siena. Ci sono anche la richiesta del deputato Andrea De Maria (Pd) di fare luce sull’omicidio dello scrittore Pier Paolo Pasolini, avvenuto il 2 novembre 1975. Nicola Stumpo (Leu) vorrebbe una monocamerale sullo stato della sanità nella regione Calabria.

Diciannove le richieste di commissioni monocamerali al Senato
Dalla xylella all’efficienza del Servizio sanitario nazionale, sono 19 le richieste di monocamerali d’inchiesta al Senato. Si chiede, per esempio, di indagare sul caso Cambridge Analytica (promotore Roberto Rampi del Pd), sulle condizioni di lavoro in Italia (sono due, primi firmatari Tommaso Nannicini del Pd e Loredana De Petris di Leu) , sulla ricostruzione del terremoto dell’Aquila (Gaetano Quagliariello e Anna Maria Bernini di Fi), sulla condizione dei giovani (Faraone del Pd), sull’efficienza del Servizio sanitario nazionale, sulle cause dei disavanzi regionali e sui Lea, i livelli essenziali di assistenza. Oltre 60 parlamentari, capitanati da Urania Papatheu (Fi), vorrebbero indagare su fake news e disinformazione online. C’è anche chi - come Laura Garavini, Alessandro Alfieri, Francesco Giacobbe, Tatjana Rojc del Pd e Raffaele Fantetti di Fi- chiede di saperne di più su Brexit.

Cosa sono le commissioni parlamentari d’inchiesta
Le commissioni parlamentari d’inchiesta sono degli organi parlamentari con funzione ispettiva o conoscitiva, che si occupano di materie di pubblico interesse. Le bicamerali sono disposte congiuntamente dai due rami del Parlamento, mentre le monocamerali sono costituite dalla sola Camera dei deputati o dal solo Senato della Repubblica. La bicamerale viene istituita tramite una legge ad hoc, la monocamerale con una semplice delibera della camera interessata.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...