MASI

La carta enoturismo, formazione in house

di G.Pog. e Cl.T.


1' di lettura

Il gruppo Masi con sede in Valpolicella (Ve) produce e commercializza l’Amarone e altri vini di pregio, con 57 milioni di fatturato e circa 150 dipendenti, è operativo nel Triveneto, in Toscana e in Argentina. Accanto ai profili tradizionali – tecnico-produttivo, amministrativo e marketing – le maggiori opportunità occupazionali sono legate allo sviluppo dell’Enoturismo: «Servono professionalità specifiche - spiega il presidente Sandro Boscaini-, che siano in grado di spiegare ai turisti come la viticultura e l’enologia si associano alla storia del territorio, alle bellezze dell’area per creare un unicum. In mancanza di figure con competenze nel settore del turismo e nell’ambiente del vino, abbiamo deciso di formarle “in casa”. Abbiamo assunto 22 ragazzi, affidati ai nostri formatori, per dotarci delle professionalità in grado di accogliere i turisti che partecipano alla Masi wine experience, occasioni di conoscenza, approfondimento e svago organizzate in sette nostre location». Con le iniziative sul fronte dell’ospitalità e con il museo esperenziale del vino Masi si è aggiudicata il premio Best of Wine Tourism, entrando nel network mondiale delle grandi capitali del vino. Nei settori più tradizionali, Boscaini individua difficoltà nel reperire professionalità nel campo del commerciale e delle pubbliche relazioni: «La ricerca a volte si rileva difficile perché non basta avere competenze in tema di marketing, occorre conoscere bene le specificità del vino. In un settore dove le aziende con oltre 8 dipendenti sono circa un migliaio su 60mila vinificatori e 20mila imbottigliatori, c’è molto “fai da te” da parte degli imprenditori».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...