marketing

La casa non si vende in 45 giorni? Homepal rimborsa l’inserzionista

di Emiliano Sgambato


Marka

2' di lettura

Vendere casa in 45 giorni può sembrare un miraggio, considerando che nelle città italiane un immobile usato resta su piazza mediamente per più di sei mesi. Secondo Homepal invece è possibile, al punto di impegnarsi a restituire il costo pagato dall’inserzionista-venditore se i tempi dovessero essere più lunghi. Le condizioni? Valorizzare l’annuncio attraverso un servizio premium e chiedere “il prezzo giusto”. L’opzione si chiama Venduto Garantito e costa 490 euro, una sorta di soddisfatti o rimborsati.

Home staging, così la casa si vende più in fretta e senza sconti

«Il prezzo giusto è determinato da un nostro software proprietario – spiega il presidente di Homepal Andrea Lacalamita – che esamina una serie di variabili. Una quotazione che non sia fuori mercato è ovviamente essenziale per una vendita rapida e noi la offriamo gratuitamente ai nostri potenziali inserzionisti nella home page del nostro sito o al telefono, in modo che sia un prezzo trasparente e non frutto di trattative tra agente e proprietario».
Altro elemento fondamentale è la qualità dell’inserzione, che deve fornire informazioni dettagliate sull’immobile e essere corredata da fotografie professionali. Il servizio base costa 29 euro, poi si possono aggiungere diversi pacchetti fino ad arrivare ai 490 euro di Venduto Garantito.

Il servizio non è disponibile in tutta Italia, ma solo nei centri in cui il mercato è più vivace e il sistema di analisi dei big data è ritenuto maggiormente affidabile da Homepal. In particolare l’offerta è per ora attiva a Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli, Bergamo, Venezia, Bari, Brescia, Modena, Firenze, Bologna, Reggio Emilia, Parma, Cagliari.

«Quarantacinque giorni sono in effetti pochi – continua Lacalamita – tuttavia nascono da un’analisi che abbiamo fatto sui tempi di vendita, le cui medie nascono in realtà, almeno in base all’analisi dei nostri dati, da molti casi in cui gli immobili si vendono molto lentamente e altrettanti casi in cui si vendono molto velocemente. Per questo riteniamo che se la casa è proposta al prezzo adeguato e nel modo giusto troverà un acquirente in tempi brevi».

I 45 giorni scattano dal momento in cui l’inserzione va online e si concludono quando il proprietario accetta l’offerta, cosa che avviene sempre via internet. Più in particolare le parti devono concordare non solo sul prezzo, ma anche sulle date di compromesso e rogito. Va precisato anche se l’acquirente ha necessità di accendere un mutuo.

Se il proprietario accetta di mettere in vendita la casa al prezzo proposto, Homepal si impegna a gestire il resto: invia un fotografo professionale, riscrive l’annuncio, prepara le visure catastali e ipotecaria, e dà visibilità all'annuncio attraverso la vetrina del proprio sito, ma anche ripubblicandolo nei principali aggregatori immobiliari italiani.
«Ci sono voluti mesi di programmazione e preparazione prima di poter lanciare questo nuovo servizio perché ci aspettiamo volumi elevati – precisano da Homepal – e dovevamo essere sicuri di poterli gestire con un servizio dedicato, semplice e tempestivo. Abbiamo creato un sistema che aggiorna i nostri operatori in tempo reale sulle disponibilità di 350 fotografi, permette di richiedere le visure e averle nell’arco di un’ora, aggiorna sulle visualizzazioni e sugli appuntamenti di ogni immobile, guida l’attività dell’esperto che sarà sempre lo stesso per ogni proprietario».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti