ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùla paglia diventa eclettica

La cesta di paglia diventa elegante con la creatività Le Ninè

Da sera o da giorno, la borsa con le applicazioni di Swarovski conquista boutique di lusso e department store in tutto il mondo, da Miami a Palm Beach, da Istanbul a Tokyo e Hong Kong

di Paola Dezza

default onloading pic

3' di lettura

Una borsa nata per gioco e diventata accessorio di stile venduto in diversi department store e boutique di lusso in giro per il momento. È la storia “breve” del brand Le Ninè. La borsa è una classica cesta di paglia rivisitata in chiave elegante dalla creatività di Fiorella Polito, che con l’amica Francesca Ferri si è lanciata nel mondo degli accessori.
Fiorella, avvocato per tradizione di famiglia, durante la gravidanza si dedica al mondo della bigiotteria. Qualche anno più tardi crea una borsa con pon pon ideata per la propria figlia.

È quindi il diminutivo delle bambine, entrambe di nome Carolina, che le due socie decidono di usare come marchio. Nasce così Le Ninè che in pochi anni conquista boutique di lusso e department store.

Loading...

Il cestino con pom pom colorati ha subito successo tra le amiche e le mamme delle scuole che le bambine frequentano. Poi la vendita si sposta in una delle masserie più famose della Puglia, quella Torre Coccaro della famiglia Muolo che è diventata negli anni meta per il turismo di lusso internazionale.

«Appena creata la prima cesta, è arrivata una email dalla Boutique 1 di Londra - racconta Fiorella, ricordando ancora l’entusiasmo di quel momento -. A quel tempo mi occupavo soprattutto di gioielli di bigiotteria. Così ho deciso di applicare una serie di Swarovski che mi erano avanzati da alcune creazioni alle ceste. Da lì nasce la nostra attività. Le Ninè debutta nel 2017».

Oggi il brand conta su un laboratorio di cinque persone, esperte in questa lavorazione artigianale, che richiede grande precisione. «Come dico sempre a chi lavora con noi la manualità e la precisione sono fondamentali perché la decorazione sia perfetta».

Il laboratorio si avvale poi di aiuti nei momento di maggior produzione. «Per le grandi commesse ci aiuta un’azienda che in genere si occupa di ricami. Le ceste sono di importazione, si tratta di ceste asiatiche originali utilizzate per la raccolta del riso. Sono fatte in alga - racconta ancora Fiorella -, la lavorazione è invece rigorosamente “Made in Italy” grazie alla manodopera e alle nostre capacità artigianali».

La consacrazione a brand di lusso arriva con le collaborazioni con Edgardo Osorio di Aquazzura, brand di calzature di lusso, e con la stilista colombiana Silvia Tcherassi.

I prodotti oggi si trovano in boutique di tendenza come Valeria Fiore a Capri, Esmeralda a Porto Cervo, alcuni negozi in Veneto e all’estero in department store come Galeries Lafayette, Lane Crawford a Hong Kong, Neiman Marcus a Palm Beach e in negozi di Tokyo, Istanbul, Miami. Un successo internazionale.

Cinque le misure delle ceste, tra cui l’ultima novità in arrivo, la più piccola di soli dieci centimetri. «È grande come un’arancia, si chiamerà Nina tiny e sarà lanciata a maggio» dice emozionata Fiorella.

La realizzazione di ogni borsa richiede 4-5 ore di lavoro solo per l’applicazione degli Swarovski, poi viene cucito il sacchetto interno e corredato da nappe in viscosa e seta di un laboratorio toscano, tutto fatto a mano.

«La cesta più venduta è la Rainbow, mentre la Carol cristal black è la più rock - spiega Fiorella -. Abbiamo una gamma di colori ampia, circa 12 tinte diverse».

Le combinazioni di colori e di fodere sono completamente personalizzabili per le clienti. Sono poi stati introdotti i cappelli, di due modelli, e a breve è in arrivo anche una collezione di cinture.

Riproduzione riservata ©

  • Paola Dezzavice caposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti