ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcalcio e finanza

La Champions degli utili va agli olandesi dell’Ajax

Il Barcellona domina la graduatoria dei ricavi con 840 milioni (+22%)

di Gianni Dragoni


default onloading pic
(agefotostock / AGF)

3' di lettura

L’Ajax ha il miglior bilancio tra le otto squadre di calcio europee che hanno vinto i campionati nazionali più importanti nella stagione sportiva 2018-2019. La squadra olandese ha un utile netto di 51,7 milioni di euro, grazie ai risultati in Champions League (semifinale) che le hanno consentito di aumentare del 117% i ricavi operativi, pari a 199,5 milioni (di 78 milioni da Ucl). Il Barcellona, campione di Spagna, ha i ricavi operativi più alti di tutte le squadre europee per la prima volta nella storia, con 839,5 milioni. Tra le otto squadre campioni solo la Juventus ha il bilancio in rosso, -39,9 milioni nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2019. Tutte le altre fanno profitti.

Sono le principali conclusioni del rapporto di Kpmg Football Benchmark «The European Champions Report 2020», anticipato dal Sole 24 Ore. Lo studio sottolinea che nella scorsa stagione sportiva i maggiori club europei hanno incrementato i ricavi operativi, grazie soprattutto al nuovo ciclo più remunerativo della Champions League.

Lo studio esclude dai ricavi le plusvalenze realizzate sul calciomercato. Una voce importante in molti bilanci ma che non viene inclusa nei ricavi operativi, al contrario di quanto fanno molte squadre quando dichiarano i risultati. Le plusvalenze sono calcolate per determinare il risultato finale.

Il Campione dei campioni è il Barcellona, per lo sprint del 22% dei ricavi a quasi 840 milioni. La squadra che ha vinto il 26mo titolo nella Liga ha superato di circa 100 milioni il Real Madrid, che ha 740,3 milioni di ricavi operativi. Al terzo posto assoluto in Europa c’è il Manchester United, con 711,3 milioni. Queste due squadre non sono analizzate nel rapporto, perché non hanno vinto il rispettivo campionato, ma Kpmg ne riporta i ricavi per la rilevanza al vertice del calcio europeo.

I RISULTATI DEI CAMPIONI Risultato netto dei bilanci delle otto squadre che hanno vinto i principali campionati europei. Dati riferiti alla stagione 2019-2019. Dati in milioni di euro

I ricavi del Barcellona derivano per 366,5 milioni da sponsor e attività commerciali, per 298,1 milioni dai diritti tv, per 174,9 milioni dallo stadio (la media è di 75.208 spettatori per partita). Il costo del personale è 575,8 milioni, il 69% sui ricavi rispetto all’81% dell’anno precedente.

Tra le squadre campioni la seconda per ricavi è il Paris Saint Germain, 636 milioni (+17%), il costo del personale è 369,4 milioni (58% dei ricavi). Il Psg ha un utile netto di 28,5 milioni.

Il Bayern Monaco ha 625,5 milioni di ricavi, costo del personale pari a 336,2 milioni (54% dei ricavi) e un utile netto di 42,7 milioni. Il Manchester City ha ricavi pari a 610,4 milioni, costo del personale pari a 357,6 milioni (59% dei ricavi) e un utile netto di 11,4 milioni.

La Juventus, secondo il rapporto di Kpmg, ha ricavi operativi pari a 463,6 milioni (+16%), la stessa cifra che è già stata calcolata dal Sole 24 Ore escludendo dai ricavi operativi sia le plusvalenze (127 milioni) sia i proventi da cessioni temporanee di calciatori (in particolare i 18 milioni per il prestito di Higuain). I diritti tv sono «in modesta crescita» a 206,6 milioni, mentre c’è stato un incremento del 30% degli introiti commerciali (185,4 milioni), «impattato soprattutto dall’arrivo di Cristiano Ronaldo». L’effetto Ronaldo però c’è anche nel forte incremento dei costi per il personale, saliti a 327,8 milioni, con un’incidenza del 71% sui ricavi, la percentuale più alta tra gli otto club. La conseguenza è un risultato netto del bilancio in perdita per -39,9 milioni, che Kpmg addebita soprattutto all’effetto CR7.

Le due squadre con i ricavi più bassi sono Benfica (Portogallo) con 165,7 milioni e Galatasaray (Turchia) con 146,3 milioni. Entrambe però hanno il bilancio in attivo: 4,8 milioni i campioni di Turchia e 29,4 milioni i portoghesi, grazie allo sviluppo del vivaio e alla vendita dei talenti.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...