ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFar East

La Cina agli Usa: la riunificazione con Taiwan ci sarà

Pechino minaccia «misure efficaci» a tutela di sovranità e integrità territoriale dell’Isola, in risposta all’arrivo di una delegazione Usa

La Cina furibonda per la possibile visita di Pelosi a Taiwan

2' di lettura

La Cina assicura che «ci sarà la riunificazione» con Taiwan e minaccia «misure efficaci» a tutela di sovranità e integrità territoriale dopo l’arrivo nell’isola di una delegazione del Senato Usa guidata dal presidente democratico della commissione Esteri Bob Menendez e dal “falco” repubblicano Lindsey Graham, che ha incontrato oggi 15 aprile la presidente Tsai Ing-wen.

Ad assicurarlo è stato il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, esprimendo la «ferma opposizione» di Pechino a ogni scambio ufficiale tra Taiwan e Usa. «Le azioni dell’esercito cinese sono una contromisura alle recenti azioni negative degli Usa, compresa la visita della delegazione del Congresso», ha aggiunto Zhao, riferendosi alle manovre militari vicino a Taiwan. Pechino ha dato il via a esercitazioni nella mattinata di venerdì 15 aprile, mentre il ministero della Difesa di Taiwan ha denunciato in serata l’incursione di sei jet militari cinesi (quattro J-16 e due J-11) nella sua area di difesa di indentificazione.

Loading...

Zhao: esiste una sola Cina, Taiwan ne fa parte

«Esiste una sola Cina al mondo e Taiwan è parte inalienabile del suo territorio», ha aggiunto Zhao, tornato più volte sull’argomento durante il briefing quotidiano anche per spiegare che «la questione è un’eredità della guerra civile cinese. La Cina deve essere riunificata ed è destinata a essere riunificata», ha assicurato. Pur insistendo sulla soluzione «pacifica», Pechino si riserva la possibilità di prendere «tutte le misure necessarie» a tutela della riunificazione che il presidente Xi Jinping ha più volte assicurato che ci sarà. Gli Stati Uniti, ha concluso Zhao, «dovrebbero interrompere gli scambi ufficiali e i legami militari con Taiwan, fermare la vendita di armi e intraprendere azioni concrete per attuare il loro impegno a non sostenere l’indipendenza» dell’isola.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti