ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBrexit

La City rimonta sulle borse Ue, ma gli investitori aggiustano il tiro

Le azioni inglesi e la sterlina salgono da inizio anno. Il parterre di Londra conta su nomi internazionali, ma export e domanda interna potrebbero gravare sulle quotazioni

di Marzia Redaelli

(robertharding / AGF)

2' di lettura

Gli investitori non sembrano ancora temere la Brexit. Anzi, con il controllo della pandemia la borsa inglese e la sterlina sono toniche: da gennaio, il Ftse 100 di Londra guadagna più dell’8%, mentre il Pound, la moneta del Regno Unito, si è apprezzata del 3% sull’euro, ai massimi da un anno.

Consenso in vista delle riaperture

La tendenza si inserisce in un consenso azionario diffuso in vista delle riaperture. «Nei primi mesi del 2021 abbiamo visto sempre più spesso investitori internazionali riconsiderare il mercato britannico e vedere...

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti