Infortuni e danni in condominio: come mettersi al riparo dai risarcimenti

7/11danni in condominio

La copertura assicurativa

default onloading pic
(ffphoto - stock.adobe.com)

Per mettersi al riparo dai danni procurati a chi vive nello stabile o agli estranei, il condominio può stipulare un'assicurazione: la “polizza globale fabbricati”. Nella sua forma base, la polizza copre i danni derivanti da incendi, esplosioni, scoppi e fulmini, acqua condotta e quelli arrecati a terzi (in genere dovuti agli oneri di custodia). Ma è possibile renderla più completa, aggiungendo altre coperture: per danni causati da eventi atmosferici (temporale), catastrofici naturali (terremoto), infortuni, e la tutela legale in caso di contenziosi.
Si può anche prevedere che la garanzia copra le proprietà esclusive. Più sono le opzioni, maggiore è il premio finale, cioè il costo da sostenere, che varia anche in rapporto all’età dello stabile: assicurare un palazzo più vecchio costa di più, mentre per gli edifici recenti (costruiti negli ultimi 10-15 anni) sono previsti sconti e agevolazioni. Non solo. Bisogna anche tener conto della franchigia, tanto più bassa quanto maggiore è il premio.

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...