ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùimpatto ambientale

La criptovaluta brucia energia quanto l’Argentina (e spesso va a carbone)

I mega computer necessati per il mining del Bitcoin consumano oltre 120 Terawattora all’anno. E non si tratta di energia pulita, perché per il 60% proviene da fonti fossili

di Sissi Bellomo

(Reuters)

2' di lettura

Il Bitcoin? Ormai consuma elettricità ai ritmi della Norvegia o dell'Argentina: oltre 120 Terawattora all'anno. E non si tratta di energia pulita, perché per il 60% proviene da fonti fossili, soprattutto carbone.

Le ultime stime in circolazione, elaborate in questi giorni dall'Università di Cambridge, fotografano in modo impietoso quello che in fondo è il segreto di Pulcinella. I mega computer per il mining di criptovalute non funzionano a pedali, ma si attaccano alla corrente, molto spesso in Cina...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti