Le nozze del credito

La dote del Fisco che movimenta il risiko bancario

Beneficio di 3 miliardi per l'ipotesi UniCredit -Bpm, nullo per Credem- Sondrio

di Antonella Olivieri

(Adobe Stock)

2' di lettura

Si chiamano Dta, una sigla che sta per deferred tax asset, e che con l’ultima legge di bilancio è diventata sinonimo di regalo del Fisco per le nozze del credito. Un regalo, che potrebbe influenzare il risiko bancario, il cui valore dipende dalle caratteristiche dei promessi sposi. In sostanza, per incentivare le aggregazioni, la legge finanziaria consente la trasformazione delle perdite fiscali in credito d’imposta immediatamente utilizzabile nel caso di fusioni, a patto che l’operazione si realizzi...

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti