Produzione green

La fabbrica carbon free di Dingolfing

di N.Des

(Westend61-RF / AGF)

1' di lettura

Ci vuole oltre un'ora di macchina per andare dal celebre palazzo della Bmwdi Monaco, quello composto da quattro enormi cilindri di cemento, al suo impianto più grande d'Europa, a Dingolfing.

Nel 2020 vi sono state prodotte 232mila unità tra Serie 4, 5, 6, 7 e 8 nonché le M4, M5 ed M8. Un complesso da 2,8 milioni di metri quadri dove sono stati investiti ulteriori 400 milioni per implementare la catena produttiva dedicata alle iX e i4 elettriche con particolare attenzione all'ambiente.

Loading...

L'unica energia utilizzata è quella idroelettrica, dal 2006 al 2020 già sono state dimezzate le risorse impiegate per ogni vettura fabbricata e la CO2 è stata tagliata del 70%, ma l'obiettivo è di ridurla di un ulteriore 80% entro il 2030.

Intanto i motori elettrici non utilizzano terre rare e le batterie sono assemblate con celle prodotte con energia rinnovabile al 100% e litio e cobalto provenienti da fonti certificate ed etiche. In modo da limitare l'impatto sociale. Secondo la casa tedesca, una iX ha un'impronta di carbonio inferiore del 45% rispetto ad una X5 mentre la i4 permette di ridurre le emissioni di CO2 nell'intero ciclo di vita (200.000 km) dal 46% al 74 per cento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti