ECONOMIA DIGITALE

Apple: commissioni scontate agli sviluppatori che guadagnano fino a 1 milione

Il colosso di Cupertino riduce dal 30% al 15% la commissione su app a pagamento e acquisti in-app

di Biagio Simonetta

Ue, Apple ancora nel mirino: ora Vestager punta a Siri e Alexa

Il colosso di Cupertino riduce dal 30% al 15% la commissione su app a pagamento e acquisti in-app


3' di lettura

Una specie di flat-tax per gli sviluppatori che non incassano ricavi superiori al milione di dollari. È quella che si è inventata Apple, alle prese – insieme alle altre big dell'industria tech – con una polemica accesissima sulle commissioni degli Store. Polemica che è anche argomento di dibattito in seno al Congresso americano, e che potrebbe sfociare in qualcosa di importante.

E che in Europa ha dato vita a una vera e propria indagine nei confronti del colosso californiano, per scovare eventuali pratiche anti-concorrenziali.Intanto, però, da Cupertino hanno annunciato un programma rivolto agli sviluppatori che «punta ad accelerare l'innovazione e ad aiutare piccole imprese e sviluppatori indipendenti a dare slancio alla loro attività presentando app rivoluzionarie sull'App Store».

Loading...

Si chiama “App Store Small Business Program”, e propone vantaggi concreti per la stragrande maggioranza di sviluppatori che vende prodotti e servizi digitali sull'App Store, offrendo loro una riduzione della commissione sulle app a pagamento e sugli acquisti in-app (dal 30 al 15%).

Per partecipare al programma e aver diritto a una commissione ridotta al 15%, gli sviluppatori dovranno aver incassato ricavi fino a 1 milione di dollari nell'anno precedente. «Grazie alla commissione ridotta, - scrivono da Cupertino - i piccoli sviluppatori e gli aspiranti imprenditori e imprenditrici avranno più risorse su cui investire per far crescere la loro attività nell'ecosistema dell'App Store».

Le parole di Cook

«Le piccole imprese – ha detto Tim Cook - sono la spina dorsale dell'economia globale e il cuore pulsante dell'innovazione e dell'opportunità nelle comunità di tutto il mondo. Con il lancio di questo programma - ha aggiunto il Ceo di Apple - vogliamo aiutare le piccole imprese a scrivere il prossimo capitolo nella storia di creatività e successo dell'App Store, e a creare le app di qualità che i nostri clienti amano. L'App Store è un motore di crescita economica senza eguali che ha creato milioni di nuove opportunità di lavoro e un percorso verso l'imprenditorialità accessibile a chiunque abbia una buona idea. Il nostro nuovo programma porta avanti questo successo, aiutando gli sviluppatori a finanziare le loro piccole imprese, assumersi rischi per nuove idee, ampliare i loro team, e continuare a creare app che arricchiscono la vita delle persone».

I criteri per la riduzione

Anche se i dettagli completi saranno comunicati a inizio dicembre, i semplici criteri per la partecipazione al programma sono i seguenti: Potranno partecipare e aver diritto alla commissione ridotta gli sviluppatori già esistenti che nel 2020 hanno guadagnato fino a 1 milione di dollari per tutte le loro app, e gli sviluppatori non ancora registrati sull'App Store.

Se uno sviluppatore supera la soglia di 1 milione di dollari, per la parte restante dell'anno sarà applicata la percentuale di commissione standard. Se i guadagni di uno sviluppatore scendono al di sotto della soglia di 1 milione di dollari in un anno successivo, potrà rientrare nei criteri per avere la commissione al 15% l'anno seguente.

Per le app che vendono prodotti e servizi digitali e realizzano ricavi superiori a 1 milione di dollari, definiti come guadagni post-commissione dello sviluppatore, continua a essere applicata la percentuale di commissione standard dell'App Store, il 30%. Da uno studio indipendente condotto da Analysis Group a inizio anno è emerso che la struttura di commissioni di Apple è quella più utilizzata per le piattaforme di gioco e distribuzione di app.

La suite rimane uguale

Apple sottolinea che i proprietari di piccole imprese continueranno a beneficiare della suite di strumenti Apple per gli sviluppatori, tra cui applicazioni di sviluppo, linguaggi di programmazione, un'interfaccia sicura per i pagamenti e oltre 250.000 componenti software fondamentali chiamate API. E ricorda che fin dall'inizio, un obiettivo importante dell'App Store è stato «guadagnarsi la fiducia di utenti e sviluppatori».

Per questo motivo, «ogni singola app nel catalogo di 1,8 milioni di app dell'App Store è sottoposta a una procedura di approvazione su cui sviluppatori e utenti possono fare affidamento, e che permette di assicurarsi che ogni app sia affidabile, funzioni come previsto, non includa contenuti discutibili e garantisca i massimi standard in fatto di privacy e sicurezza degli utenti».

I numeri dell'App Store

Secondo gli ultimi dati, oggi l'App Store – lanciato nel 2008 - raggiunge gli utenti su oltre 1,5 miliardi di dispositivi Apple in 175 Paesi e in oltre 40 lingue, con più di 180 metodi di pagamento locali e 45 valute accettate. Solo nel 2019, l'ecosistema dell'App Store ha realizzato un volume di affari su scala globale di 519 miliardi di dollari, di cui oltre l'85% è stato generato esclusivamente da sviluppatori esterni e aziende di ogni dimensione.

«Il nuovo App Store Small Business Program, - concludono da Cupertino - parte da questo successo per aumentare ancora il giro di affari digitale e le innovazioni nelle app, sosterrà nuove opportunità di lavoro, e aiuterà le piccole imprese e gli sviluppatori indipendenti a continuare a offrire software eccezionale ai nostri utenti».


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti