noleggio

La francese Kiloutou rileva l’italiana Sticar

Investimento nelle piattaforme aeree e nei carrelli elevatori industriali

di R.E.I.

default onloading pic

Investimento nelle piattaforme aeree e nei carrelli elevatori industriali


2' di lettura

Il gruppo francese Kiloutou annunciare l'acquisizione della società italiana Sticar, specializzata nel noleggio di piattaforme aeree motorizzate e carrelli elevatori industriali. Questa operazione consentirà a Kiloutou di proseguire il proprio piano di espansione internazionale rafforzando le posizioni nel Nord Italia. Sticar è un operatore regionale chiave nel noleggio di piattaforme aeree e carrelli elevatori in varie regioni
dell'Italia settentrionale, tra cui Lombardia, Veneto, Piemonte e Emilia Romagna. La società è presente sul territorio con 9 filiali e uno staff di 76 persone, possiede una flotta di 850 piattaforme aeree e 475 carrelli elevatori industriali che soddisfano le esigenze di un portafoglio
clienti costituito da professionisti del settore industriale e delle costruzioni. L’operazione Sticar segue le acquisizioni di Cofiloc a luglio 2017 e di Elevo a giugno 2018. Kiloutou può così disporre in Italia di una rete di 20 filiali.

Olivier Colleau, presidente esecutivo Kiloutou, spiega che «questa acquisizione è pienamente in linea con la strategia di sviluppo internazionale, che mira a consolidare la nostra posizione leader su
mercati ad alto potenziale. L'obiettivo a breve termine è di integrare il team Sticar e proseguire il suo sviluppo sul mercato del nord Italia attraverso la crescita interna, l'apertura di nuove filiali e nuove acquisizioni al fine di diventare il riferimento principale nel
settore del noleggio in Italia». Paolo Stimamiglio, azionista e presidente Sticar ha aggiunto che «questa operazione consentirà a entrambe le società di dare l'avvio a una nuova fase di espansione in Italia».

Kiloutou ha sviluppato un fatturato di 689 milioni nel 2018 e con una
forza lavoro di oltre 5mila addetti in Europa. La società opera anche in Polonia, Spagna e Germania.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti