AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùLuxury

La guerra in Ucraina travolge il lusso, giù Moncler nell'attesa dei conti

Gli analisti sono positivi sulla società guidata da Ruffini, ma la drammatica situazione tinnescata dall'attaccoravolge le sue quotazioni, insieme a tutto il comparto della moda

di Eleonora Micheli

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) Titoli del lusso in picchiata nel giorno dell’attacco russo all’Ucraina. Del resto il comparto, più di altri, risente delle tensioni della situazione geopolitica internazionale. In più la Russia è sempre stata uno sbocco importante per i prodotti della moda e del lusso, sebbene le dimensioni si siano fortemente ridimensionate nel corso degli ultimi anni. A Piazza Affari, proprio mentre si svolge a Milano la Fashion Week dalla quale erano emerse prime indicazioni positive, vanno male tutte le azioni del comparto, da Moncler ad Aeffe, da Brunello Cucinelli, fino a Salvatore Ferragamo Non va meglio a Parigi, dove sono in netto ribasso Lvmh, Kering ed Hermes. Il . Ed ancora, a Francoforte sono vendute a piene mani le Hugo Boss e a Londra le Burberry’s.

Moncler in serata, a mercati chiusi, comunicherà i conti del 2021. La maggior parte delle case d’affari sono positive, ma ovviamente i giudizi sono passati in secondo piano a causa della guerra scoppiata in Est Europa. Così le azioni della società guidata da Remo Ruffini stanno capitolando con il mercato, nonostante le raccomandazioni di acquisto. In particolare Equita consiglia un ‘Buy’ con target di prezzo a 72 euro, prevedendo ricavi del 2021 pari a circa 2 miliardi, contro gli 1,44 miliardi del 2020. Nel solo quarto trimestre il giro d’affari dovrebbe essere salito del 25% a 844 milioni secondo gli esperti, che inoltre stimano un utile netto 2021 salito a 383 milioni da 300 milioni. Anche Mediobanca è positiva e individua un prezzo obiettivo a 72 euro. La banca d’affari stima ricavi del quarto trimestre pari a 807,1 milioni (+20%) e dell’intero 2021 a 1,98 miliardi. POllice su anche da parte di Intesa Sanpaolo che ha un giudizio positivo su Moncler e indica un target di prezzo a 75,3 euro, scommettendo su numeri molto solidi realizzati dall’azienda proprio negli ultimi tre mesi del 2021. In particolare sono previsti ricavi dell’ultimo trimestre pari a 807,8 milioni e dell’intero 2021 a 1,984 miliardi. L'utile netto è visto a 399,8 milioni. Secondo il consensus, stilato dalla società stessa, i ricavi 2021 sono visti pari a 1,987 miliardi (+38%), l’ebit a 573 milioni con un margine attorno al 28,8% e l’utile netto a 386 milioni.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti