Guida online

La guida delle guide: cinque consigli per imparare a usare il web

di Giancarlo Calzetta


default onloading pic

4' di lettura

Internet è un pozzo senza fondo di conoscenza. Il sapere di miliardi di esseri umani è racchiuso in pagine, chat, video, podcast… e se per la maggior parte si tratta di gocce che possono tranquillamente esser perdute nella pioggia, in molti casi si tratta di lavori che possono davvero fare al caso nostro per risolvere i mille problemi della nostra esistenza quotidiana anche, e forse soprattutto, quando esulano da computer, smartphone, tablet e altre diavolerie elettroniche. Ma come facciamo a trovare quello che ci serve nel mare di pagine inutili del Web? Ecco cinque consigli per districarsi.
1.Il re delle ricerche è, ovviamente, Google
La prima cosa da fare quando si cerca qualcosa su Internet è quella di usare un motore di ricerca. In questo caso, Google ha ancora qualche punto di vantaggio sui suoi concorrenti grazie a due caratteristiche principale: il suggerimento dei termini da cercare e l'integrazione con YouTube. Infatti, quando andiamo a inserire i termini della ricerca nella barra di Google, noteremo che subito sotto al cursore verranno proposte delle frasi che rappresentano le ricerche più comuni effettuate con i termini che stiamo selezionando. In questo modo, potremo evitare ricerche troppo generiche, che ci darebbero troppi risultati tra i quali spulciare, e selezionare qualcosa di più specifico. Un esempio è quando si cerca come smacchiare una camicia. Il motore di ricerca ci propone direttamente alcune opzioni tipo “come smacchiare una camicia sotto le ascelle” o “come smacchiare il colletto”. Ricordate che la prima parola da inserire per cercare una guida è, nel 99% dei casi, “come”. Se siamo a nostro agio con l'inglese, possiamo anche passare anche al pratico “how to” e trovare molti risultati in più. Anche aggiungere la parola “tutorial” contribuisce a portarci su guide passo passo.
2.Ma il vero re dei tutorial è YouTube
Dicevamo nel primo punto che uno dei punti vincenti di Google quando si cercano delle guide passo passo è l'integrazione con YouTube e il motivo è semplice: il sito di video più cliccato al mondo è pieno zeppo di gente che non vede l'ora di mettere la propria conoscenza a disposizione degli altri. Si va dai corsi di musica a come creare un cigno intagliando una saponetta, passando per sessioni di fisioterapia per la cervicale o lezioni di pilotaggio di droni. Se non esiste su YouTube, probabilmente nessuno sa farlo.
3.Controllate sempre le fonti
Ma dopo l'entusiasmo d'aver subito trovato quello che fa per noi, arriva lo scontro con la realtà. Come facciamo a sapere che il tutorial sia stato fatto da una persona competente o che, addirittura, non si tratti di uno scherzo? Qualche anno fa, divenne famoso il video in cui consigliava a avesse bagnato un iPhone di asciugarlo nel forno a microonde. Migliaia di smartphone fecero una pessima fine. Andate, quindi, subito a cercare informazioni sul sito o sulla persona che ha postato la guida. Cercatene il nome su Internet per farvi un'idea di chi sia. Se ha tirato un brutto scherzo a qualcuno, sicuramente ci saranno post di gente arrabbiata a mettervi in guardia. Ovviamente, leggete sempre i commenti a contorno, se disponibili, e preferite le guide che ne hanno tanti: se qualcuno ha avuto un problema con quella procedura, sicuramente lo avrà scritto lì sotto e chi risolve un problema di solito ringrazia. Ricordatevi di farlo anche voi.
4.I siti specializzati
Non sempre ci viene in mente, ma spesso i siti specializzati o gestiti da aziende che lavorano nel settore che ci interessa contengono delle guide molto ben fatte e affidabili. Se, per esempio, cerchiamo una guida su come capire se una assicurazione online è affidabile, basta cercare “come evitare truffe con assicurazione online” e si troveranno molte pagine che fanno capo a grandi marchi assicurativi o ad aggregatori famosi. Succede in tutti i settori e partire da lì è sempre una buona scelta (senza mai fermarsi a una sola).
5.Non fidatevi del primo che trovate e verificate le date
Si sa che ognuno fa le cose a modo suo e se non stiamo parlando di computer, dove si spera che le procedure siano sempre ripetibili, bisogna comunque tenere in considerazione che il metodo proposto possa non essere il migliore per noi perché richiede molta manualità o altre abilità che non ci appartengono. Ma il vantaggio di Internet è proprio questo: non siamo mai soli. Online c'è così tanta gente che sicuramente qualcun altro, con skill simili alle nostre, avrà postato un altro tutorial che ci permetterà di arrivare al risultato. Ma fate attenzione anche a un altro particolare: quanto è vecchia la guida che stiamo seguendo? È importante saperlo perché i prodotti che vengono consigliati potrebbero cambiare formula, gli oggetti che vogliamo riparare o usare potrebbero esser stati aggiornati e quindi non esser più come ai tempi del tutorial, i software saranno quasi sicuramente cambiati e le opzioni spostate in menu differenti. Quando facciamo la ricerca, quindi, specifichiamo anche sempre l'anno corrente, in modo da dare preferenza ai risultati più recenti.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...