investimenti

La holding dei Berlusconi jr punta a scalare la app gay Grindr

La partecipata Bending Spoons pronta a lanciare un’offerta per rilevare il gruppo


default onloading pic
(Afp)

1' di lettura

Il gruppo italiano Bending Spoons è pronto è pronta a lanciare una maxi-offerta sulla californiana Grindr, azienda internet nata nel 2009 per favorire la connessione tra gay e bisex, il cui pacchetto di maggioranza è controllato dalla cinese Beijing Kunlun Tech Company.

Nel capitale di Bending Spoons figurano, fra gli altri, anche StarTip (braccio finanziario del banchiere Gianni Tamburi) e H14, la holding facente capo a Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi.

Bending Spoons, da Milano alla conquista del mondo creando app

Secondo fonti finanziarie Bending Spoons ha chiesto un finanziamento da 234,5 milioni di euro per scalare l'app degli incontri gay, costretta a cercare un compratore dopo che il Comitato per gli investimenti esteri negli Usa ha imposto a Beijing Kunlun Tech Company di mettere in vendita la sua quota per il timore di un uso improprio dei dati raccolti dalla app.


Bending spoons significa «piegare cucchiai», omaggio a una scena del film Matrix, quella in cui un bambino riesce con la mente a piegare il metallo.
Il nome lo hanno scelto i quattro giovani italiani che, con un collega polacco, hanno deciso di avviare una propria attività in Danimarca, dove si sono conosciuti per un scambio, e poi di trasferirla a Milano.

Il gruppo è entrato nel 2018 tra le prime dieci aziende al mondo per download di app, davanti a giganti del Web come Netflix o Spotify.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...