cassazione

La madre deve risarcire il figlio: ostacolava gli incontri con il padre

di Patrizia Maciocchi


default onloading pic
(Adobe Stock)

1' di lettura

La madre che ostacola gli incontri tra il padre e il figlio deve risarcire il minore, per aver violato il suo diritto ad avere presenti nella sua vita entrambi i genitori. Per la Cassazione è giusta la somma di 5 mila euro, che la madre deve versare al figlio per avergli fatto vedere il padre solo tre volte, in oltre tre anni. Una lesione del diritto alla bigenitorialità che, spiega la Cassazione, può essere monetizzato in favore del minore con la condanna a pagare la sanzione amministrativa, prevista dal Codice di rito civile (articolo 709-ter), che scatta nei confronti del genitore responsabile di gravi inadempienze o «di atti che comunque arrechino pregiudizio al minore od ostacolino il corretto svolgimento delle modalità di affidamento». Per i giudici era provato l’atteggiamento ostruzionistico della madre che aveva procurato al minore disagio e le sofferenze. La resistenza della donna a rispettare gli obblighi imposti dal giudice era, come spesso, il risultato di un clima di conflitto tra i due ex. Inutile per la signora tentare di giustificare i pochissimi incontri con la resistenza del figlio a vedersi con il padre da solo. Lei paga per aver violato un diritto del figlio, e per aver fatto ostracismo nel rispettare regole che, ovviamente, prevedevano una frequantezione molto più ampia.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...