Electrolux Professional

La manutenzione allunga la vita dei macchinari

Connessione. Il focus è centrato sulle opportunità della digitalizzazione

2' di lettura

La servitizzazione è a misura di piccole e medie imprese, ma anche di grandi gruppi. È il caso di Electrolux Professional, che fornisce sistemi di cottura, lavaggio dei tessuti e distribuzione di bevande per grandi comunità (come ospedali, ristoranti, hotel, carceri e altro) a 110 Paesi - il 70% delle vendite si concentra in Europa - attraverso 11 impianti produttivi nel mondo e 3.500 impiegati. Nelle dimensioni è anche parte della complessità: «Oggi le macchine sono in grado di raccogliere una grande quantità di dati: il punto è capire come utilizzarli, che cosa farne, anche perché non tutti i siti e i Paesi sono preparati allo stesso modo», spiega Paolo Mauri, Customer Care director, Technology and Connectivity e Servitization manager. Le differenze sono sulla diffusione delle nuove tecnologie e sulla connettività: e l’Italia è in buona posizione. «Il 2021 è stato un anno eccezionale per la connectivity - sottolinea Mauri - Abbiamo connesso più siti nel 2021 che nei tre anni precedenti. Ma se guardiamo a dove abbiamo realizzato queste connessioni, si nota che il driver principale in Italia è stato il piano di incentivi di industria 4.0 mentre negli altri Stati si sono realizzate pochissime installazioni. Che cosa succederà se e quando questi strumenti verranno sospesi?». Intanto il focus è centrato sul rapporto con i clienti e le opportunità che la digitalizzazione può offrire. «Il punto di partenza è considerare qual è il valore che si sta portando al cliente partendo dai suoi bisogni, che il cliente stesso spesso non ha ben chiari e aiutandolo in questo percorso. Creare valore per il cliente significa crearlo anche per l’azienda». Dal punto di vista pratico, il Servitization manager «deve saper guidare l’incontro tra iniziative a livello locale e centrale, e utilizzare un metodo che supporti anche un cambiamento di mentalità». Un processo che richiede attenzione ma anche costanza, perché «i risultati possono non arrivare subito. Va per esempio educato il mercato al concetto che non si compra più un prodotto, ma una relazione con il produttore, anche perché il possesso del prodotto stesso resta all’azienda». Il rapporto è a due direzioni: «Si acquisisce conoscenza dei processi, dei bisogni e dei desideri del cliente, ed al tempo stesso ci si apre, facendosi conoscere meglio. Così l’azienda non è più quella che riceve l'ordine e lo spedisce: c’è molto di più». Un esempio pratico di questo cambiamento in Electrolux Professional è Essentia: un prodotto integrato con il servizio. Si basa sul cambio della tipologia di rapporto e della durata di tale rapporto con il cliente: il programma è basato su contratti di manutenzione che poi generano la relazione virtuosa con il cliente stesso. I servizi di manutenzione sono a misura del tipo di utilizzo, con estensione della garanzia standard. I pacchetti sono acquistabili assieme ai prodotti, progettati per mantenere inalterate nel tempo la sicurezza e le prestazioni delle attrezzature, massimizzandone durata e redditività con costi sotto controllo e soluzioni a prezzo fisso. E la vita delle apparecchiature si allunga.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti