ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSistemi di pagamento

La merchant bank Citic: il circuito cinese dei trasferimenti Cips va allargato

Il gigante della finanza basato a Shenzhen apre alle partnership di Pechino e, con le debite cautele, anche ai russi colpiti dalle sanzioni e tagliati fuori dallo Swift

di Rita Fatiguso

3' di lettura

Il gigante Citic Securities, la prima merchant bank cinese, è la prima istituzione di Pechino a uscire allo scoperto: la Cina deve allargare lo sviluppo del sistema Cips, alternativo allo Swift, nei pagamenti transfrontalieri e nello yuan digitale, dopo che le nazioni occidentali hanno utilizzato il sistema Swift come strumento per sanzionare la Russia, tra i principali partner di Pechino. Cips liquida e regola i crediti internazionali in yuan, sfruttando la Belt and Road Initiative (BRI), il commercio di partenariato economico globale regionale e altri accordi di cooperazione internazionale.

I tools strategici

L’analisi è del responsabile della ricerca sul reddito fisso di Citic Securities, Ming Ming, secondo il quale «lo yuan digitale, attualmente in fase di sperimentazione e destinato principalmente all’uso al dettaglio domestico, potrebbe essere potenzialmente utilizzato per accordi commerciali e questo sarebbe indipendente dal sistema Swift».

Loading...

Certo, le istituzioni finanziarie cinesi saranno caute nel fornire servizi finanziari alle società e ai privati ​​russi evitando di cadere a loro volta nella trappola delle sanzioni, ma tecnicamente la mossa è possibile. Politicamente va appoggiata perchè promuovere Cips «potrebbe spingere avanti l’internazionalizzazione dello yuan e ridurre in una certa misura la dipendenza della Cina e dei suoi partner dal sistema Swift».

Paesi tra cui gli Stati Uniti hanno deciso di escludere alcune banche russe dal sistema di messaggistica Swift gestito dalla Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication, piatatforma essenziale per le transazioni transfrontaliere globali del valore di trilioni di dollari.

Il versante alternativo

Colpito dal blocco dei trasferimenti Swift, la Russia non resterà del tutto sguarnita sul versante dei pagamenti con l'estero. Il sistema finanziario potrà effettuare versamenti internazionali grazie al Cips, il canale cinese alternativo basato sul renminbi (o yuan), la moneta del popolo cinese.

In otto anni di vita Cips ha coinvolto un'ottantina di banche, è attivo full time ed è in espansione; non può certo competere con il raggio di azione dello Swift ma sin d'ora il volume dei trasferimenti è di otto a uno. Sembra che perfino l'India di Modi sia orientata a utilizzarlo nei trasferimenti crossborder.

Con il circuito russo Spdf fermo al 20% del mercato interno, la Cina è l'unica porta alla quale la Russia può bussare per riattivare l'intero sistema di pagamenti internazionali transfrontalieri bloccato dalle sanzioni. Ma la de-dollarizzazione spinta di Cina e Russia può essere un boomerang per gli stessi Stati Uniti che importano ancora enormi quantità di petrolio russo e per l'economia dei Paesi europei sui quali pesano anche i crediti russi congelati.

Il Go global dello yuan

Nei fatti la crisi russo-ucraina rischia di accelerare un processo già in atto, quello dello sganciamento dal dollaro di grandi potenze che puntano ormai da tempo a bypassare il dollaro sostituendolo con il renminbi.

Che, però, non è convertibile: a differenza del dollaro, infatti, il suo valore non si forma sul libero mercato ma è la Banca centrale a stabilirlo entro una forchetta giornaliera del 2 per cento. Nonostante la non convertibilità, Pechino lavora da anni alla costruzione di una rete globale che permetta alla sua moneta di circolare liberamente.

Se gli acquisti di renminbi nelle riserve delle banche centrali restano limitati, la Banca centrale cinese ha attivato una ragnatela di swap lines denominate in renminbi. In queste transazioni a tasso agevolato il renminbi fa da collaterale, il che permette al biglietto rosso e a chi ne segue la rotta di circolare anche all'estero.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti