Dalla stabilizzazione della Libia alla grana dell'acquisto degli F35, gli otto dossier sul tavolo del vertice Conte-Trump alla casa Bianca

3/9Attualità

La missione in Afghanistan sotto ombrello Nato convitato di pietra del vertice Conte-Trump


default onloading pic
(Cristiano Laruffa / AGF)

La missione in Afghanistan è uno dei convitati di pietra dell'incontro tra il presidente Usa Donald Trump e il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte alla Casa Bianca. In occasione dell'ultimo summit Nato a Bruxelles Conte ha annunciato una “rivalutazione” delle missioni internazionali, e tra queste quella in Afghanistan. Conte fa riferimento a “Resolute Support”, la missione sotto l'ombrello dell'Alleanza Atlantica, iniziata nel 2015, il cui obiettivo è addestrare le Forze armate afghane. In una recente audizione davanti alle Commissioni riunite di Camera e Senato il ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha confermato la linea strategica. I militari italiani dovrebbero passare dagli attuali 893 a 700 effettivi. Una soluzione che consentirebbe di liberare risorse da destinare a teatri considerati più strategici per l'interesse nazionale italiano, tra cui appunto Libia e paesi del Sahel. Il problema è che, se gli Usa hanno preannunciato un disimpegno in Iraq, non hanno intenzione di ridurre la pressione sull'Afghanistan. Peraltro l'Italia è tradizionalmente vicina agli Usa, soprattutto sulla scelta delle priorità che la Nato dovrebbe perseguire.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...