Flotte Aziendali

La mobilità aziendale diventa integrata

di Gennaro Speranza


3' di lettura

Tra i trend emergenti più significativi che riguardano la gestione delle flotte aziendali vi è senza dubbio la crescente propensione all’integrazione organizzativa e funzionale delle diverse aree della mobilità aziendale (fleet, travel e mobility). Se si considerano i viaggi aziendali, ad esempio, le imprese stanno spostando l’attenzione dal semplice Total cost of ownership (Tco), che si concentra solo sulla flotta e i relativi costi di implementazione e gestione, al più articolato Total cost of mobility (Tcm), che tiene conto di altri fattori che impattano sulla voce di costo mobilità aziendale. Tra questi fattori vi sono, ad esempio, la mobilità con noleggio, i taxi, l’uso dell’auto privata e servizi alternativi come il car sharing. È evidente che il sovrapporsi di questi costi crea inefficienze e sprechi. Eppure, nella maggior parte delle grandi aziende operanti in Italia le tre aree della mobilità aziendale (se gestite e non sempre ciò accade) sono sotto la responsabilità di figure diverse: rispettivamente il fleet manager, il travel manager e il mobility manager.

Una recente ricerca Econometrica mostra però un nuovo trend emergente: quest’anno ben il 20% delle imprese del campione considerato ha deciso di integrare completamente la gestione delle tre funzioni. Si tratta di un dato in crescita, considerato che, in una ricerca simile effettuata nel 2013, solo nel 6% delle aziende le tre aree erano integrate. La ragione di questo trend è presto spiegata: da un approccio olistico e globale dei diversi ambiti della mobilità aziendale, può scaturire un miglior governo dei processi interni e di razionalizzazione delle risorse, con conseguente risparmio dei costi. Gli esempi di successo relativi a progetti di reale integrazione di mobility, fleet e travel management non mancano. Uno di questi è rappresentato dall’esperienza di Engie Italia (filiale italiana del gruppo francese dell’energia Engie) che ha di recente elaborato un nuovo piano di riorganizzazione della mobilità aziendale con l’obiettivo di rendere sempre più efficienti gli spostamenti delle auto in flotta, i viaggi dei dipendenti e in generale tutto ciò che riguarda la corporate mobility. In particolare, la società ha sviluppato una piattaforma intranet aziendale, denominata WeSharing, destinata a raccogliere tutti i servizi esistenti e futuri di Engie legati alla mobilità.

«Fra i servizi già operativi – racconta Michele Amici, General services manager di Engie Italia – c’è il car sharing interno (per il parco auto aziendale), che consente ai dipendenti di prenotare le auto attraverso pochi semplici passaggi. Tra quelli in fase di lancio vi è invece il car sharing esterno (in collaborazione con Car2go) e due progetti di car pooling (uno con Jojob e l’altro con Moovit). Al momento stiamo testando anche il park sharing, che permette ad esempio ai dipendenti che vanno in trasferta di mettere in condivisione il loro posto auto, consentendo così agli altri colleghi di usufruirne per il periodo di tempo stabilito. In questo modo si sfruttano appieno gli spazi dei parcheggi aziendali e si evita il congestionamento di quelli esterni».

Tra i progetti di Engie in sviluppo c’è anche l’home sharing, un servizio che prevede la possibilità, tramite app e sito web, di mettere in contatto colleghi di sedi distanti ed ospitarsi, risparmiando sul costo dell’albergo. «Una soluzione che abbatte i costi generando benefit per i fruitori – spiega Amici – ma anche e soprattutto un importante strumento di aggregazione e di conoscenza tra i colleghi, al di fuori del contesto lavorativo».

Condivisione, dunque, è la parola chiave all’interno di una visione sistemica e integrata della mobilità aziendale. «L’obiettivo - conclude Amici - è permettere ai dipendenti di condividere l’auto (ma non solo) in modo comodo, conveniente e flessibile; questi servizi, nel loro insieme, contribuiranno in modo significativo a ridurre i costi della mobilità aziendale, ottimizzando l’utilizzo dei veicoli in flotta e riducendo le spese delle trasferte».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...