Auto elettriche

La mobilità a emissioni zero contagia anche le compatte

di Massimo Mambretti


default onloading pic
La Kia E-Soul basata sulla terza generazione della crossover coreana è disponibile esclusivamente con motorizzazione a zero emissioni

3' di lettura

Arriva il periodo in cui la mobilità elettrica allarga il suo raggio d’azione. Certo, il tempo in cui la diffusione delle auto elettriche sarà ben percepibile è ancora lontano, specie pensando che lo scorso anno nel mondo le loro vendite non hanno raggiunto i 1,3 milioni di unità, in un contesto che ha fatto registrare quasi 96 milioni d’immatricolazioni. Tuttavia, adesso, l’offerta si amplia grazie al debutto di modelli di taglia compatta, di nuove berline e di sportive accompagnato dall’aggiornamento di capostipiti della specie.

In questo periodo sono il gruppo Psa e la Volkswagen che danno una bella scossa alla mobilità green. Il primo si appresta a commercializzare le versioni a emissioni zero sia delle nuove generazioni dell’Opel Corsa e della Peugeot 208 sia il crossover Ds3 Crossback E-Tense. Il terzetto è accumunato dall’architettura e dal powertrain. Quest’ultimo sviluppa 136 cv e promette, in tutti i casi, un’autonomia superiore a 300 chilometri. Per quanto riguarda i prezzi, al momento, è stato ufficializzato che per la Ds3 Crossback bisogna preventivare una spesa che parte da 40mila euro, mentre per la e-208 è stata annunciata solo una formula di noleggio da 349 euro al mese.

Nella stessa categoria delle proposte elettriche di Psa è pronta a inserirsi nuovamente anche la Mini. Infatti, dopo il timido esordio nel contesto della mobilità elettrica, avvenuto nel 2008 con una versione a zero emissioni prodotta in tiratura limitata, adesso arriva la Mini Electric destinata a essere commercializzata su larga scala. Il nuovo modello, che debutterà al salone di Francoforte, è spinto da un motore da 184 cv e promette di percorrere 270 chilometri.

Sfilerà in pubblico a Francoforte anche l’attesa Volkswagen Id3, ma intanto la si può già prenotare nella versione 1St. Il pre-ordine può esser fatto sul sito http://www.volkswagen.com/id-prebooking impegnando 1.000 euro per ottenere la prelazione di uno dei primi 30mila che saranno consegnati il prossimo anno, dotati di una batteria da 58 kWh che garantisce un’autonomia di 420 chilometri. Il prezzo della nuova berlina green Vw è fissato in 40mila euro e include anche un anno di ricariche gratuite, sino a un tetto di 2.000 kWh, nelle colonnine pubbliche collegate a Volkswagen We Charge.

In seguito arriveranno Id3 con batterie da 48, 62 e 82 kWh a prezzi che dovrebbero partire da meno di 30mila euro. La Id3 si contrappone direttamente all’elettrica più venduta in assoluta in Europa, ovvero la Nissan Leaf che adesso è disponibile nella versione aggiornata 3.Zero a un prezzo di 42mila euro.

Le nuove nate, essendo più piccole e leggere dei grossi electric-suv già commercializzati, come l’Audi e-tron e la Jaguar i-Pace o ancora la Mercedes Eqc, richiedono anche batterie meno capienti e, quindi, anche tali da non incidere meno sul prezzo finale.

Il loro costo, comunque, non si preannuncia ancora così competitivo rispetto a quello di vetture con motore termico ed è, quindi, anche tale da non fare sorvolare su problematiche che non semplificano la vita a chi sceglie di viaggiare soltanto a emissioni zero. Si tratta, per esempio, dell’autonomia reale che suscita ancora ansia e di problematiche che assillano molte parti del mondo, come la scarsa diffusione dei punti di ricarica e la capacità della rete elettrica di erogare costantemente un bel flusso di energia.

Ma torniamo ai suv perché l’elettrificazione di questa specie, se vogliamo, è rallentata, ma non si è arrestata. Infatti, sono arrivati modelli più piccoli e meno costosi rispetto a quelli premium. Si tratta della versione Electric della Hyundai Kona, offerta nelle varianti da 136 cv e da 204 cv che, rispettivamente, assicurano percorrenze di 312 e 482 chilometri. In pratica, questi numeri sono gli stessi che mette in campo anche la gemella-diversa Kia e-Niro.

I brand coreani ci fanno proseguire il viaggio nei nuovi confini della mobilità green sia con l’aggiornamento della berlina Hyundai Ioniq Electric, ora in grado di percorrere 300 chilometri a emissioni zero, sia con la nuova generazione della compatta Kia e-Soul, capace di muoversi per 450 chilometri in elettrico.

Date già come conosciute una sportiva di rango come la Porsche Taycan da 600 cv, che promette un raggio d’azione di oltre 500 chilometri ed è in vendita a prezzi che partono da 80.000 euro, e la berlina Tesla Model 3, proposta a prezzi che partono da 49.500 euro e spinta da un powertrain da 462 cv che promette un’autonomia di 530 chilometri, concludiamo la carrellata con una nuova berlina del settore premium. Si tratta della Polestar 2, già ordinabile a circa 60mila euro, accreditata di una potenza di 408 cv e di un’autonomia di 500 chilometri.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...