ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMoto

La moto cerca il viaggio e l’avventura, ma lo scooter è sempre il re della città

di Gianluigi Guiotto

Al salone Eicma Piaggio ha esposto la gamma Vespa Gts su un trono per ribadire il suo ruolo in città

3' di lettura

A Eicma, il Salone della moto di Milano, che domani spegne le luci, è andata in onda la preview di come sarà il 2023 delle due ruote. Il viaggio e l’avventura, anche oltre l’asfalto, costituiscono il trend più seguito, segno di una grande voglia di libertà dopo il blocco della pandemia. Sul fronte dell’adventouring, com’è stato battezzata questa modalità di viaggio, allo stand Ducati l’attenzione era calamitata dalla Multistrada V4 Rally, in arrivo a febbraio 2023; si pone al vertice della famiglia grazie alla notevole dotazione tecnologica. Il suo quattro cilindri a V da 170 cv adotta l’inedita “deattivazione estesa”, cioè disattiva i due cilindri posteriori quando la moto è ferma al minimo e in altre condizioni di guida, riducendo consumi ed emissioni.

Nel 2023 Honda riporterà dai concessionari la Transalp, modello uscito di produzione nel 2013 dopo 26 anni di fortunata carriera. La filosofia della nuova XL750 Transalp è sempre la stessa: essere in grado di andare ovunque, come testimoniano la ruota anteriore a raggi da 21 pollici e le sospensioni a lunga escursione. La Transalp 2023 monta il nuovo motore bicilindrico parallelo in comune con la nuova Hornet (altra anteprima italiana a Eicma): eroga 92 cv. Degna di Honda l’elettronica di bordo, con ben cinque modalità di guida e un display tft da 5” con cui gestirla. In Casa Honda si segnala anche l’arrivo della Cl500, scrambler con motore da mezzo litro che la rende accessibile ai possessori di patente A2; monta sospensioni a escursione maggiorata e un cerchio da 19” all’anteriore per il fuoristrada leggero.

Loading...

Terra e polvere nel mirino anche la Benelli Trk 702 in due versioni: quella base e quella più avventurosa battezzata 702 X con sella più alta, ruota anteriore da 19” invece che da 17”come nella variante d’ingresso e sospensioni con maggior escursione. Arriveranno da noi in primavera, montano un bicilindrico di 698 cc capace di 76,2 cv,

Suzuki ha allargato la famiglia delle sue tuttoterreno V-Strom con un nuovo modello, la V-Strom 800De, basato su una piattaforma tecnica completamente nuova, da cui nasce anche un’altra novità, la naked Gsx-8S. Il cuore pulsante di entrambe è un bicilindrico parallelo da 776 cc dotato di un sistema brevettato per ridurre le vibrazioni. Anche i produttori “elettrici” hanno annusato il trend e sono a Eicma con modelli ad hoc, come l’Experia, presentata a giugno dalla modenese Energica, e Dsr/X della Zero Motorcycles, con ben 225 Nm di coppia massima e 102 cv di potenza. Questi i suoi numeri: 180 km/h di velocità massima, 290 km di autonomia nel ciclo urbano (172 km in autostrada), 2,5 le ore per una ricarica rapida.

Sempre per i mototuristi, ma su asfalto, arrivano la Super Meteor 650 di Royal Enfield e l’allestimento Gt+ della Yamaha Tracer 9: la prima è la sorella maggiore della versione 350 e monta il bicilindrico parallelo da 648 cc, dal 2018 impiegato su Interceptor e Continental Gt; con parabrezza e borse, è una cruiser dall’aspetto retrò. Agli antipodi è la futuristica Tracer 9 Gt+, che monta di serie il radar che gestisce il controllo della velocità adattivo e il sistema di frenata unificata.

Nel mondo gli scooter, Eicma è stata il palcoscenico del ritorno di Peugeot Motocycles in Italia e ha tolto il velo al suo Xp400, in due allestimenti, Gt e Allure, che richiama un Suv a due ruote: con ruota anteriore da ben 17 pollici, aspetto muscoloso e motore da quasi 37 cv promette divertimento di guida a lungo raggio.

Sul fronte dell’elettrico, la grande novità è firmata Honda con il debutto in Europa di Honda dello scooter «Em1 e:» da oltre oltre 40 km di autonomia. Arriverà in estate ed è il primo di oltre 10 nuovi modelli elettrici della casa nipponica in arrivo entro il 2025. Da segnalare anche Seat, la casa automobilitica, che ha svelato il nuovo MÓ 125, prodotto sempre da Silence, in grado di abbinare divertimento e zero emissioni.

Molte conferme e alcune migliorie per i termici (come l’arrivo del display lcd e l’avviamento keyless per il Sym Joyride Z+ 300 e di molti accessori per il viaggio per il Kymco Downtown 350 Gt).

La regina, però, resta sempre lei, la Vespa che, non a caso, è su un trono allo stand Piaggio dove sfoggia le sue molte anime: Gts, il Vespone rinnovato per il 2023 (motori 300 hpe e 125) e Gtv, con il classico faro basso, ora a led, e sella bicolore.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti