Internet e privacy - Il diritto all’oblio

5/10Diritto

La norma europea


default onloading pic

Il diritto all'oblio è previsto dall'articolo 17 del Regolamento Ue 679/2016 (Gdpr-Privacy) e nasce come evoluzione del principio sancito dalla sentenza della Corte di Giustizia europea del 13 maggio 2014. È il diritto di una persona fisica, non giuridica, ad ottenere la deindicizzazione o la cancellazione di un link relativo a una notizia che la riguarda quando questa non riveste più interesse pubblico, soprattutto a causa del trascorrere del tempo. I dati personali possono infatti essere trattati solo per il tempo necessario a soddisfare lo scopo per il quale sono stati raccolti. Il diritto riguarda sia i dati trattati online che quelli cartacei. Non è un diritto assoluto ma deve essere bilanciato con altri interessi in gioco, in particolare col diritto all'informazione. Per questo non sempre si ottiene la cancellazione del dato, ma più spesso la deindicizzazione o l'anonimizzazione, ad esempio sostituendo le iniziali al posto del nome e del cognome. Su richiesta dell'utente, il dato personale deve poi essere sempre aggiornato.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...