Intermediari

La nuova Bim punta a diventare polo aggregante

Cassa Lombarda, Consulia e Ifigest i partner desiderati. L’obiettivo è portare entro il 2024 le masse dagli attuali 4,5 a 10 miliardi

di Lucilla Incorvati

default onloading pic

Cassa Lombarda, Consulia e Ifigest i partner desiderati. L’obiettivo è portare entro il 2024 le masse dagli attuali 4,5 a 10 miliardi


3' di lettura

Diventare un polo aggregante nel mondo del wealth management con attori che condividono un piano di sviluppo di modello di servizio che coniuga private banking, investiment banking e di asset management, secondo logiche nuove grazie anche al supporto dell’innovazione tecnologica e del digitale. È questo il percorso che sta intraprendendo Banca Intermobiliare che, dopo l’uscita dal tunnel (a partire dall’estate 2019 è stata fatta una grossa operazione di turnaround aziendale) sta procedendo nella realizzazione del piano strategico 2019-2024.

Il piano strategico 2019/2024

«Il nostro obiettivo è di passare dagli attuali 4,5 miliardi di masse ai 10 miliardi entro il 2024 – sottolinea l’ad Claudio Moro (già ad di Banca Leonardo) – grazie ad un importante processo di rafforzamento, trasformazione e rilancio con l’obiettivo di implementare un nuovo modello strategico-operativo tramite il quale offrire ai propri clienti servizi più evoluti e personalizzati. L’obiettivo è di crescere sia per vie interne sia per vie esterne attraverso operazioni di M&A e laddove sia necessario anche con il coinvolgimento del socio di maggioranza».

Loading...

Il ruolo di Attestor

Il fondo britannico Attestor Capital, azionista di maggioranza di Bim con l’89,3% (e che nel giugno scorso ha dato seguito ad un aumento di capitale per a 44 milioni), per esempio avrebbe più che esaminato il dossier di Banca Profilo tanto da arrivare ad un’offerta. Ma più che con questo istituto un’eventuale aggregazione sarebbe giudicata più opportuna con soggetti come Cassa Lombarda, Ifigest e Banca Consulia per struttura e tipologia più in linea al progetto che ha in mente la direzione della nuova Bim, tra i pochi operatori indipendenti sul mercato del wealth management. L’altra ipotesi è quella di procedere alla acquisizione di gruppi o divisioni di consulenti e banker. Attualmente sono 103 i consulenti in forze alla banca (31 consulenti liberi professionisti e gli altri dipendenti) con portafoglio in media di circa 35 milioni. Va detto che sul mercato, secondo i ben informati, tra gli altri effetti Covid c’è stato anche quello di aver abbassato i prezzi di certe acquisizoni. «Al di là delle opportunità che si possono aprire – aggiunge Moro – servono professionisti che condividano con noi un progetto che rafforza la centralità dei clienti, fornendo servizi di consulenza ad elevato valore aggiunto per la gestione e l’ottimizzazione del patrimonio complessivo. Abbiamo un progetto di sviluppo anche per Symphonia Sgr che dal prossimo anno dovrebbe licenziare una nuova linea di fondi alternativi, prodotti focalizzati su real asset e altri investimenti illiquidi».

Nuova sede a Casa Girola a Milano

Intanto, la banca che da qualche mese si è trasferita nella nuova sede milanese (Casa Girola, edificio di fine 800, oggetto tra il 1910 e 1932 di due interventi di restauro del celebre architetto Piero Portaluppi), ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un risultato che in termini di gestione operativa, esclusi i costi di ristrutturazione one-off, presenta ancora un negativo per 5,4 milioni di euro ma in netto miglioramento rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente (negativo per 12,1 milioni di euro), grazie alla implementazione delle prime importanti iniziative funzionali al riequilibrio economico-patrimoniale previste dal piano strategico e realizzate a partire dagli ultimi mesi del 2019. La banca al 30 settembre 2020 presenta elevati indici di patrimonializzazione e di liquidità: common equity tier 1 Ratio (Cet1 Ratio) del 24,73% e liquidity coverage ratio (Lcr) pari al 197%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti