Ricerca Arval

La pandemia non incrina la fiducia dei fleet manager

Il 35% degli interpellati prevede una crescita delle flotte aziendali nei prossimi tre anni. Molte imprese puntano a fornire al dipendente un mezzo sicuro di spostamento a causa del Covid

di Vincenzo Conte

(Adobe Stock)

2' di lettura

L’impatto della pandemia sulle scelte dei fleet manager delle aziende italiane ed europee ha portato ad una maggiore ricerca di flessibilità, sostenibilità e sicurezza nel panorama delle flotte aziendali. È questo uno dei risultati più significativi che emerge dall’edizione 2021 del Barometro delle Flotte Aziendali, l’indagine annuale che monitora le tendenze del mondo della mobilità professionale in Italia e in Europa, realizzata da Arval Mobility Observatory.

Dall’indagine emerge che, nonostante il Covid, i fleet manager mantengono la fiducia nei confronti del futuro: non a caso, il 35% del campione italiano prevede una crescita della flotta nei prossimi tre anni (percentuale che sale al 43% in Europa). I fleet manager hanno poi ben chiare le priorità aziendali, che vedono al primo posto il welfare e la sicurezza dei driver: il 27% prevede di fornire ai propri dipendenti un mezzo sicuro di spostamento a causa del Covid, il 20% intende disporre di veicoli in sharing destinati agli impiegati e il 18% prevede di proporre veicoli anche ai dipendenti non assegnatari di auto aziendale.

Loading...

Si conferma poi la crescita delle alimentazioni alternative nelle flotte aziendali. Il 48% dei fleet manager in Italia ha infatti già inserito nella propria flotta veicoli elettrificati, mentre se si prendono in considerazione anche quelli che lo faranno nei prossimi tre anni, si arriva all’82%.

Secondo Massimiliano Abriola, responsabile di Arval Mobility Observatory in Italia, «le aziende, spinte dal contesto sanitario, sono state portate a riprogettare, più velocemente del previsto, la loro offerta di mobilità con soluzioni alternative che garantiscano a tutti i dipendenti condizioni di trasporto più sicure e sostenibili».

In questa prospettiva di cambiamento, il noleggio a lungo termine si conferma come il metodo di finanziamento della flotta in assoluto più scelto dalle aziende. Secondo un’altra recente rilevazione condotta da Econometrica per Arval Mobility Observatory, ben il 68% delle aziende italiane dichiara infatti di ricorrere al noleggio quando si tratta di acquisire e gestire veicoli in flotta. Una scelta ormai consolidata.

Nella maggiore parte dei casi si tratta di autovetture, utilizzate prevalentemente in ambito misto urbano-extraurbano.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti