Extra Festival

la pianura, Jannacci, lucio dalla e lo spirito del trebbo

di Angelo Curtolo

2' di lettura

Trebbo, italianizzazione del romagnolo trébb , ha nobili natali: dallo stesso termine latino trivium non solo deriva trebbio – l’incrocio di tre vie e, per metonimia, la conversazione di chi si incontra a quell’incrocio – ma anche trivio, che in epoca medievale designava le tre arti liberali della grammatica, retorica e dialettica o filosofia. Il trebbo, in Romagna, è tutto questo: incontro, confronto, occasione sociale ed intellettuale, condivisione di idee e incrocio di culture e sensibilità. Quale città ne poteva diventare capitale, se non Cervia?

Ecco allora il progetto Il Trebbo in musica 2.1 : canzone e poesia sotto le stelle di Cervia in sette appuntamenti che rinnovano e reinventano la tradizione romagnola del trebbo e le pionieristiche letture pubbliche di Walter Della Monica e “Toni” Comello, tra omaggi a Dante e tributi a un altro patrimonio poetico e musicale, quello della canzone d’autore italiana.

Loading...

Apertura il 19 con Vi raccontiamo Lucio Dalla: a comporne il ritratto di vita e musica saranno, da una parte, i due esperti Ernesto Assante e Gino Castaldo; dall’altra il sax di Stefano Di Battista con il suo quartetto.

Dante è invece protagonista il 24 con A riveder le stelle, dal libro di Aldo Cazzullo; in scena l’autore e giornalista assieme a Piero Pelù.

Dopo il 30 con Marco Belpoliti, autore di Pianura, racconto collettivo di un paesaggio sentimentale e storico oltre che geografico, l’8 luglio è la prima di Amici fragili, dove Federico Buffa segue l’imprevedibile traiettoria che nel 1969 fece conoscere Gigi Riva e Fabrizio De André.

Il 22 Neri Marcorè narra Le divine donne di Dante, ricostruendone un’antologia al femminile. Dopo il canto popolare di Ambrogio Sparagna il 25, nella consapevolezza che la grandezza di Dante si irradia anche nel mondo popolare, il 31 ecco Ci vuole orecchio, dove Elio canta e recita Enzo Jannacci, rendendo possibile quest’incontro “in differita” fra due icone della milanesità e della canzone umoristica – quella arguta e tragicomica, rivelatoria e illuminante.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti