PISTACCHIO DI BRONTE

La piemontese Nutkao sbarca in Sicilia e acquista Antichi sapori dell’Etna

di Davide Madeddu

2' di lettura

Dal Piemonte alla Sicilia,per conquistare, con i pistacchi coltivati a Bronte all'ombra dell'Etna, le tavole del mondo. È l’obiettivo del gruppo piemontese Nutkao, produttore (con quartier generale a Canove di Govone in Piemonte) di creme spalmabili a base di nocciola e produzione di semilavorati a base di cioccolato che ha acquisito la siciliana Antici Sapori dell'Etna. Ossia l'azienda fondata nel 2002 da Vincenzo Longhitano e Nino Marino e che in pochi anni si è trasformata da laboratorio di pasticceria in una realtà che conta su 70 ettari di pistacchieti alle pendici dell'Etna, due stabilimenti produttivi, una distribuzione in 52 paesi e un fatturato complessivo che superai 55 milioni di euro.

«La crescita della nostra società in meno di 10 anni è stata esponenziale ed era per noi il momento di far parte di un progetto più ampio, ma che avesse come base gli stessi valori, la stessa visione, la medesima volontà di essere unici – commentano i due fondatori–. Abbiamo rifiutato diverse proposte e alla fine ci siamo convinti che il progetto che abbiamo disegnato con Nutkao e che permette ad Antichi Sapori l'ingresso in un gruppo internazionale già consolidato, fosse la scelta giusta per noi e per il futuro della nostra società».

Loading...

Quest'ultima acquisizione, che avviene a pochi giorni di distanza dall'ingresso nel Gruppo della belga Boerinneke, si inserisce in un piano di ampliamento produttivo e distributivo inaugurato già nel 2015 con l'apertura del primo stabilimento in Nord Carolina (Usa) per la produzione di creme per retail ed industria, seguito poi da quello ad Accra, nel 2018, dove si lavorano fave di cacao esclusivamente ghanesi di prima scelta.

Con l'acquisizione dell'azienda siciliana il gruppo piemontese si candida a superare i 250 milioni di fatturato complessivo. «Con Antichi Sapori dell'Etna il gruppo amplia la propria offerta e punta sull'eccellenza italiana a conferma della passione per il proprio territorio d'origine, nel segno di una qualità produttiva e di filiera che da sempre caratterizza la nostra strategia aziendale e che crediamo essere parte fondamentale del nostro futuro – commenta il Ceo di Nutkao, Federico Fulgoni –. Il progetto Nutkao ha come cardine portante il desiderio di essere specialisti, unici, di poter offrire una competenza profonda nella selezione delle materie prime, del modo in cui le trasformiamo e delle molteplici soluzioni che possiamo offrire in tutti i canali di vendita: grande distribuzione, industria e consumo fuori casa».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti