INNOVAZIONE

La polizza “smart” conquista i fondi Horizon

di Luca Orlando


default onloading pic

2' di lettura

«Adesso dobbiamo solo trovare una compagnia assicurativa disposta a seguirci, che accetti però anche in qualche caso di ridurre del 30-40% i premi delle polizze». L’ostacolo di mercato per Igor Valandro resta, non più quello finanziario, dopo la vittoria di Air nella Fase due dell’ultimo bando Horizon 2020 dedicato alle Pmi, 1,4 milioni di euro che salgono a 1,75 milioni allargando il perimetro alle altre due aziende partner coinvolte.

L’idea del fondatore della start-up (progetto Fair) è quella di sfruttare le nuove possibilità offerte dalla tecnologia per costruire nel settore auto servizi assicurativi evoluti , partendo da una conoscenza integrale dei comportamenti di guida del soggetto. Grazie a rilevatori posti all’interno delle auto, già esistenti sul mercato, Air ha già avviato i test di una piattaforma di rilevazione in grado di seguire passo per passo i comportamenti di guida, informazioni utili anzitutto per costruire nuovi servizi.

«Guidi solo il week-end? Allora posso offrirti una polizza che tenga conto di questo parametro - spiega Valandro - e ovviamente questo porta ad una riduzione del premio rispetto a quanto pagato oggi. Ma le possibilità sono sterminate: è possibile attivare ad esempio azioni promozionali regalando la kasco per uno o più giorni, oppure chiedere l’assicurazione solo sulla base del”consumo” effettivo, cioè dei giorni di reale utilizzo del veicolo».

Il progetto pilota è ormai in fase avanzata ed Air, grazie anche ai contributi di Bruxelles, si prepara a sbarcare sul mercato, avvicinando da un lato le compagnie assicurative, dall’altro i grandi concessionari e i costruttori di auto. «Il servizio che offriamo può integrarsi nel loro pacchetto di vendita: già ora alcune promozioni prevedono ad esempio la polizza offerta gratis per un anno. Pensiamo di lavorare con un fee annuale, necessario del resto per gestire la mole immensa di dati che dovremo trattare. I concessionari avranno anche la possibilità di incrementare i loro margini grazie alle informazioni circa lo stato di salute del veicolo venduto e ai possibili servizi on-demand erogabili».

Air conta ora 5 addetti ma il bando Horizon 2020 produce un’accelerazione nella strategia di crescita, con un target di 11-12 unità entro la fine dell’anno.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...