Sale in zucca

Dai flussi migratori alla giustizia: è il momento giusto per superare gli ostacoli

Dai tempi della Prima Repubblica fino ad ora, non c'era mai stata possibilità di azzerare tutto

di Giancarlo Mazzuca

(Adobe Stock)

2' di lettura

Tutti al via, si riparte! Oggi più che mai, sulle prime ceneri del Covid che si spera siano definitive, l'Italia ha veramente bisogno di voltar pagina: quale migliore opportunità per ricominciare ex-novo?

In effetti, dai tempi della Prima Repubblica fino ad ora, non c'era mai stata possibilità di azzerare tutto: dove eravamo rimasti? Dovendo l'Italia compiere un decollo-bis, abbiamo adesso un'occasione veramente d'oro, una ghiotta opportunità da non sprecare.

Loading...

A livello europeo, in effetti, abbiamo già registrato certi segnali molto positivi che fanno sperare in una netta inversione di tendenza: in tutta l'Unione abbiamo cominciato a notare cambiamenti economici, politici e culturali che dimostrano un cambio di marcia reso più che mai necessario dall'incalzare dell'emergenza.

Anche nel Belpaese ci sono stati mutamenti positivi, governo Draghi “in primis”. Ma altri segnali non si sono dimostrati così favorevoli: è il caso dell'annoso braccio di ferro che continua a dividerci da Bruxelles sulle misure da adottare per contenere il flusso migratorio dall'altra sponda del Mediterraneo. È vero, noi italiani abbiamo le nostre ragioni da rivendicare, come più volte abbiamo scritto, perché siamo stati lasciati troppo soli, ma ora è il momento di compiere un salto di qualità: se anche gli eurocrati di primo livello si stanno finalmente muovendo tanto da prender parte a missioni “ad hoc” nel cuore di questa grande battaglia navale, dovremmo ancor più fare l'impossibile per cercare di sbloccare l'“impasse” che dura, ormai, da troppi anni.

È anche il caso della giustizia che continua ad essere sempre al centro della nostra attenzione: discettiamo da tanti anni, troppi, sulla necessità di avviare una seria riforma di tutto il mondo giudiziario ma siamo ancora al punto di partenza come, in questi giorni, è stato clamorosamente confermato dalla “vicenda-Brusca” che segue a ruota – ma, in questo caso, la responsabilità è dei “cugini” transalpini - la mancata estradizione dei brigatisti italiani che si erano rifugiati in Francia.

E che dire dei vitalizi ora restituiti ai parlamentari condannati? E' come se lo Stato finisse per pagare due volte. Non parliamo poi dei tanti lacci e lacciuoli che continuano a frenare l'economia: quale migliore occasione del dopo-pandemia per ridare nuovo slancio al “made in Italy” che avrebbe bisogno di ripartire?

Al di là dei finanziamenti europei del Recovery Plan, sarebbe davvero il momento giusto per tentare di eliminare tutti i vincoli (burocratici e non) che hanno sempre frenato lo sviluppo della nostra economia.

Ci sarebbero, insomma, tanti nodi che, con il ritorno alle regioni “bianche”, dovrebbero essere finalmente sciolti approfittando del fatto che l'Italia ha bisogno di cambiare marcia perché, per svoltare, non bastano i dati macroeconomici che ora sono in recupero e che confermano l'inversione di tendenza sul fronte congiunturale. È giunto, insomma, il momento che tutti attendevamo per affrontare alla radice i tanti problemi che ci hanno sempre assillato: o adesso, o mai più.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti