made in germany

La quarta serie di Audi A3 Sportback è connessa e green

Arrivano le motorizzazioni Mild e plug-in hybrid. Dialoga con le altre auto

di Simonluca Pini

default onloading pic

Arrivano le motorizzazioni Mild e plug-in hybrid. Dialoga con le altre auto


3' di lettura

La nuova Audi A3 Sportback doveva essere una delle star della 90° edizione del Salone di Ginevra ma il Coronavirus ne ha rimandato il debutto fisico. La novità del marchio di Ingolstadt ha quindi scelto il web per svelare tutto il suo potenziale, partendo dall’ampia offerta di motorizzazioni fino ad interni iperconnessi. Arrivata alla quarta generazione la nuova Audi A3 presenta uno stile completamente nuovo, interni digitalizzati, collegamento in rete e un’ampia scelta di motorizzazioni tra benzina, diesel, mild-hybrid, ibrido plug-in, metano e la possibilità di scegliere tra trazione anteriore o integrale quattro. Esteriormente Il frontale è caratterizzato dall’ampio single frame esagonale con griglia a nido d’ape. Nella zona posteriore, lo spoiler al tetto dal marcato sviluppo longitudinale, i gruppi ottici posteriori privi di sbalzi, l’estrattore e le uscite trapezoidali degli scarichi contribuiscono ad enfatizzare l’impronta a terra della vettura.

Nella configurazione top di gamma, i proiettori a Led Audi Matrix integrano per la prima volta le luci diurne a elevata digitalizzazione: un’innovativa matrice luminosa, composta da 15 diodi, consente di generare un motivo specifico in funzione delle versioni vettura. Cresciuta nelle dimensioni, ora è lunga 4.34 metri e larga 1.82 metri, offre ampio spazio a bordo con un vano di carico da 380 a 1200 litri.

A bordo la plancia riprende lo stile dei modelli Audi di categoria superiore: lo schermo touch da 10,1” consente di gestire la selezione dei media, la navigazione e l’ampia gamma di servizi Audi connect. Il display centrale è inserito nella cornice in nero lucido al centro della plancia. L’insieme è orientato al conducente, analogamente alla sottostante, inedita, unità di comando della climatizzazione. La consolle, caratterizzata anch’essa dalla finitura Black Panel, integra un innovativo selettore del cambio: grazie alla tecnologia shift-by-wire (gli input raggiungono la trasmissione esclusivamente sotto forma d’impulsi elettrici) è possibile gestire le principali funzioni dell’unità a doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Accanto al citato selettore spicca una seconda novità, rappresentata dal comando per la regolazione del volume, sensibile ai movimenti circolari delle dita.

La strumentazione di nuova Audi A3 Sportback è naturalmente digitale. Il display da 10,25”, di serie, consente di selezionare le informazioni mediante il volante multifunzione. In abbinamento al sistema di navigazione Mmi plus è previsto l’Audi virtual cockpit, forte di funzioni aggiuntive tra le quali la rappresentazione della mappa di navigazione in formato ampliato. Lo step superiore, vale a dire l’Audi virtual cockpit plus da 12,3”, consente di optare per differenti layout, tra i quali una grafica spiccatamente sportiva. Tra le dotazioni a richiesta spicca l’head-up display, che proietta – a colori – le principali informazioni sul parabrezza. Un highlight è rappresentato dai rivestimenti dei sedili realizzati con bottiglie riciclate in Pet. Da sottolineare l’introduzione del nuovo sistema di infotainment Mib 3, con assistente vocale intelligente a cui va aggiunto Alexa di Amazon presente di serie.

L’elenco delle novità aggiunge il protocollo di comunicazione Car-to-X, con la vettura capace di dialogare con altre Audi dotate della medesima tecnologia, la guida autonoma di livello 2 con adaptive cruise assist, fari Matrix Led, Audi Connect e piena integrazione con l’app myAudi. Inoltre arriverà successivamente anche la chiave Audi connect, grazie alla quale sbloccare/bloccare la vettura e avviare il propulsore da remoto mediante un device Android.

Passando alle motorizzazioni si parte con tre unità: 1.5 Tfsi da 150 cv e 2.0 Tdi con potenze di 116 o 150 cv. Successivamente al lancio debutterà il 1.0 Tfsi da 110 cv e arriverà una versione del 1.5 Tfsi con tecnologia mild-hybrid (Mhev) a 48 Volt e successivamente il plug-in hybrid con due step di potenza. Come tradizione si potrà scegliere tra cambio manuale o automatico e trazione a due o quattro ruote motrici.Arriverà a giugno con prezzi da oltre 29mila euro per la 30 Tdi da 115 cavalli, 30mila euro per la 35 Tfsi e circa 35mila euro per la 35 Tdi S tronic.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...