TEST DRIVE - Suv

La quarta serie di Hyundai Tucson all’assalto delle tedesche premium

Il best seller del brand coreano si rinnova integralmente nello stile e nelle tecnologie. Tutti i motori (benzina e diesel) sono elettrificati e ci sono anche powertrain ibridi plug-in

di Simonluca Pini

default onloading pic

Il best seller del brand coreano si rinnova integralmente nello stile e nelle tecnologie. Tutti i motori (benzina e diesel) sono elettrificati e ci sono anche powertrain ibridi plug-in


3' di lettura

Mettere Hyundai sullo stesso piano di Volkswagen in materia di qualità, dotazioni e stile solamente dieci anni fa poteva sembrare una trovata pubblicitaria da parte del marchio coreano. Ora invece è realtà, con la nuova Tucson in grado di sfidare apertamente modelli come la Volkswagen Tiguan o Peugeot 3008. Capace di vendere 7 milioni di unità nel mondo, di cui 1.4 milioni in Europa, come farà ad avere successo in segmento sempre più complesso? Partendo da uno stile rivoluzionario ma soprattutto da una dotazione realmente premium con Adas di livello 2 e da una gamma di motorizzazioni che comprende versioni plug-in hybrid, hybrid, e benzina e diesel mild hybrid 48 volt.

Per scoprire come va abbiamo guidato la versione ibrida 1.6 T-Gdi Hev da 230 cavalli con trazione a due ruote motrici in allestimento Excellence. La nuova Tucson è il primo suv Hyundai a essere sviluppato secondo il nuovo linguaggio stilistico battezzato Sensuous Sportiness. Una serie di motivi chiamati “Parametric Jewels” appaiono in numerosi elementi stilistici del modello a partire dalla griglia frontale, dove le Parametric Hidden Lights garantiscono una forte personalità.

Loading...

Nuova Hyundai Tucson

Quando le luci sono spente, il frontale dell’auto sembra coperto da motivi geometrici scuri, che non lasciano distinguere le luci di posizione diurne a led integrate nella stessa mascherina. La nuova Hyundai Tucson cresce nelle dimensioni, con una lunghezza aumentata di 20 mm per un totale di 4,50 metri. La larghezza cresce di 15 mm ( 1,865 mm) e il passo arriva a 2,680 metri. I passeggeri nei sedili posteriori possono godere di 26 mm di spazio in più per le gambe. Anche le dimensioni del bagagliaio sono aumentate, arrivando a offrire a seconda del tipo di allestimento e motore una capacita di carico fino a 620 litri con i sedili posteriori in posizione verticale e fino a 1.799 litri quando le sedute posteriori vengono reclinate.

Salendo a bordo si viene accolti da interni completamente nuovi, caratterizzati dal nuovo schermo Avn-t da 10.25 pollici a dominare il centro della console. Il salto qualitativo rispetto al modello precedente è esponenziale, grazie al largo uso di materiali soft-touch e a soluzioni come le nuove bocchette per l’aerazione indiretta che partono dalle portiere per terminare al centro della plancia.

Anche gli interni evidenziano un grande salto qualitativo rispetto ai vecchi modelli Hyundai

Da rivedere invece alcune plastiche interne e l’integrazione dello schermo del climatizzatore a centro plancia. Sul fronte della connettività, sulla nuova Tucson arriva l’ultima versione del sistema di servizi telematici connessi Bluelink, assieme al sistema di infotainment da 10,25 pollici.

Guidata nella versione 1.6 T-Gdi Hev 230 cavalli 2wd Excellence, la Hyundai Tucson hybrid è spinta dal powertrain ibrido da 230 CV, che combina la coppia istantanea di un motore elettrico da 44.2 kW alla potenza del motore 1.6 T-Gdi. Il sistema eÌ accoppiato a una batteria agli ioni polimeri di litio da 1,49 kWh e a un cambio automatico a sei rapporti (6At), disponibile anche in versione a quattro ruote motrici.

Su strada la nuova Tucson ha confermato tutte le aspettative partendo dall’elevato comfort di guida e da una dotazione realmente premium. Guidata nel traffico milanese, dove le sospensioni a controllo elettronico filtrano al meglio le asperità dell’asfalto, si apprezza chilometro dopo chilometro il salto compiuto da Hyundai generazione dopo generazione. In attesa di guidarla in un long test, abbiamo ottenuto un consumo su un percorso urbano di circa 18 km ali litro.

Per quanto riguarda i prezzi, il range del listino varia tra circa 30mila euro e quasi 40mila euro, esclusi pack e accessori. la vettura provata è commercializzata a 37.550 euro a cui aggiungere la vernice pastello (400 euro), il Premium Pack ( 2.000 euro) e il Leither Pack (2000 euro).

Disponibili anche formule di finanziamento con patto di riscatto.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti