test drive

La quarta serie della station Octavia punta su innovazione e connettività

Škoda. Ritorna il best seller della casa Boema: cresce nelle dimensioni e cambiano stile e tecnologie. Ci sono powertrain ibridi e plug-in, sistemi di guida autonoma e infotainment di nuova concezione

di Simonluca Pini

default onloading pic

Škoda. Ritorna il best seller della casa Boema: cresce nelle dimensioni e cambiano stile e tecnologie. Ci sono powertrain ibridi e plug-in, sistemi di guida autonoma e infotainment di nuova concezione


3' di lettura

Sono passati quasi 25 anni dal debutto della prima generazione della Škoda Octavia, presentata per la prima al pubblico nel 1996 e primo modello prodotto sotto la proprietà del gruppo Volkswagen. Arrivata oggi alla quarta generazione, l’Octavia sintetizza l’evoluzione del marchio ceco grazie al lungo elenco di novità a partire dalla guida autonoma di livello 2 fino ad una dotazione realmente da segmento superiore. A questo si aggiunge un’offerta di motorizzazioni completa comprendente unità benzina 1.0 Tsi e 1.5, diesel di ultima generazione, mild hybrid e ibride plug-in con 55 km percorribili solo in elettrico e metano con 800 km di autonomia complessiva.

Disponibile in versione berlina, wagon e Scout, quest’ultima per la prima volta proposta anche in versione due ruote motrici. Esteriormente l’Octavia si caratterizza per uno stile diventato più dinamico, con linee tese e cerchi in lega fino a 19 pollici, e arrivano fari a led di serie su tutte le versioni e Matrix Led in opzione. Salendo a bordo cambia tutto a partire dal nuovo volante a due razze, dal climatizzatore trizona al doppio schermo e dalla nuova strumentazione digitale con schermo fino a 10 pollici e al posto delle tradizionali lancette il nuovo monitor tft da 10.25”.

Škoda Octavia esibisce uno stile più sportivo

A tutto questo si aggiunge il nuovo head-up display, il sistema di infotainment Mib3 connesso, con assitenza vocale Laura, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Altra novità arriva dalla eSim che fornisce l’accesso ai servizi online mobili di Škoda Connect.

Il nuovo head-up display digitale con strumenti virtuali e schermo touch per infotainment

Includono eCall, che è obbligatorio nell’UE e richiede automaticamente assistenza di emergenza in caso di incidente e la chiamata di emergenza, che trasmette la posizione e lo stato del veicolo al servizio. Arrivano anche i servizi di streaming e l’hotspot Wi-Fi per i passeggeri. Provata in abbinamento alla motorizzazione 2.0 Tdi 150 cavalli con cambio Dsg e trazione anteriore in allestimento Style, la Škoda Octavia Wagon si è mostrata fin dai primi chilometri la compagna ideale per chi passa molte ore in auto. Il livello qualitativo è cresciuto esponenzialmente rispetto alla serie precedente, con dettagli realmente da segmento premium. A questo si aggiunge uno spazio adatto a chi viaggia con tutta la famiglia, passeggini compresi, o chi pratica sport e ha bisogno di un vano di carico dalle generose dimensioni.

L’aumento di dimensioni, 22 cm in più per un totale di 4,689 mm di lunghezza e un passo di 2.686 mm, ha portato la capacità di carico a partire da 640 litri per la sw e 600 per la berlina. Altra voce degna di nota è la dinamica di guida, ora più precisa e reattiva, e i consumi della motorizzazione diesel 2.0 Tdi (oltre 20 km/l di media nel ciclo misto) confermano come il gasolio sia ancora la scelta migliore per chi percorre diverse decine di migliaia di chilometri annualmente anche in considerazione delle bassissime emissioni. Passando agli allestimenti l’Octavia è disponibile nelle versioni Executive e Style.

Il layout della plancia è stato rivoluzionato

La prima monta di serie monta di serie: Acc, Front Assistant, Lane Assistant, Climatronic bi-zona, proiettori a Led, cerchi in lega da 16”, Škoda Care Connect, connettività smartphone completa, navigatore Amundsen con schermo da 10” e vernice metallizzata. A queste dotazioni la versione Style aggiunge i cerchi da 17”, i vetri posteriori oscurati, l’illuminazione interna a Led, i rivestimenti interni in tessuto e pelle, il sistema Kessy di apertura e avviamento senza chiave, il navigatore Columbus con mappe 3D e strumentazione digitale Virtual Cockpit, la connettività smartphone wireless e la telecamera posteriore. Sul fronte prezzi la vettura provata è proposta a 34mila euro, cifra che comprende una reale dotazione full optional. Porte aperte in concessionaria il 19 e 20 e 26 e 27 settembre.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti