Grandi eventi

La Regione acquista altri 46 treni in vista delle Olimpiadi

Il nodo dei trasporti

di Marco Morino

2' di lettura

Già li hanno ribattezzati i treni per le Olimpiadi. Del resto sono stati acquistati proprio in vista del maxi evento sportivo dell’inverno 2026, che vedrà affiancate Milano e Cortina. Parliamo dei 46 nuovi convogli regionali di cui Regione Lombardia ha appena deliberato l’acquisto stanziando 351 milioni di euro. Questo investimento si aggiunge al programma di rinnovamento della flotta già in corso, che sta prevedendo la progressiva entrata in servizio di 176 treni nuovi. A oggi ne sono già in servizio 21 (10 Donizetti fabbricati da Alstom e 11 Caravaggio fabbicati da Hitachi). Dice il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana: «I 46 nuovi treni saranno consegnati entro il 2025, in tempo dunque per le Olimpiadi invernali del 2026. L’obiettivo è rendere più efficiente il trasporto ferroviario sulle tratte interessate dal flusso di turisti che visiteranno la Lombardia in occasione dell’evento olimpico, quindi quelle che collegano Milano alla Valtellina e ai due principali aeroporti lombardi, ovvero Malpensa e Orio al Serio». Il nuovo materiale rotabile, spiegano in Regione, sarà dunque impiegato anche sulla futura ferrovia che collegherà Bergamo all’aeroporto di Orio. I 351 milioni investiti derivano dalle risorse del Piano Lombardia e fanno parte degli investimenti messi in campo dalla Regione in ottica Olimpiadi.

Il mandato di acquisto riguarda 26 treni modello Caravaggio (treno alta capacità) e 20 treni modello Donizetti (treno media capacità) che entreranno in servizio sulle seguenti direttrici: 20 nuovi treni per i servizi sulla direttrice Milano/Sondrio/Tirano; 16 nuovi treni per i servizi sulla direttrice Milano-aeroporto di Bergamo Orio; 10 nuovi treni per i servizi sulla direttrice Milano-aeroporto di Malpensa. Claudia Terzi, assessore ai Trasporti di Regione Lombardia, fornisce qualche cifra ulteriore: «L’investimento complessivo di Regione Lombardia per rinnovare la flotta sfiora ora i 2 miliardi di euro per 222 treni nuovi, se consideriamo che il programma di immissione di 176 nuovi convogli attualmente in corso è stato finanziato con 1,6 miliardi di euro. Su diverse linee lombarde circolano già i nuovi Caravaggio e Donizetti, determinando un miglioramento dell’esperienza di viaggio degli utenti. Progressivamente stiamo andando a svecchiare il parco mezzi. Treni nuovi significa più comfort per i viaggiatori e una diminuzione dei disagi derivanti dalla vetustà dei convogli. I treni di ultima generazione saranno gradualmente assegnati in tutte le province della Lombardia, compatibilmente con i tempi tecnici di realizzazione e messa in esercizio».

Loading...

Massimo Sertori, assessore regionale alla Montagna, parla di «un importante passo avanti per migliorare la mobilità sulle direttrici Milano-Lecco-Alta Valtellina e Orio al Serio-Milano, così da arrivare pronti all’evento olimpico del 2026. Si tratta di un formidabile acceleratore per la realizzazione di infrastrutture necessarie ai territori. Attraverso questi imponenti investimenti - sottolinea - ci saranno sicuramente effetti positivi anche nel post evento». Ora, sottolinea la Regione, anche Rfi (Gruppo Fs) dovrà fare la sua parte, attraverso gli interventi di ammodernamento della linea, che dovranno essere puntuali e rispettosi dei programmi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti