AEROSPAZIO

La Sardegnarilancia sull’aerospazio: dai droni alla sicurezza, 10 bandi per 12 milioni

di Davide Madeddu

2' di lettura

Dieci progetti per 12 milioni di euro. Il Distretto aerospaziale della Sardegna (Dass) rilancia. Dopo l’investimento produttivo di Avio SpA da 28 milioni (presentato lo scorso luglio) e quello da poco più di otto milioni presentato da Airbus e dal socio del Distretto Gem Elettronica, è la volta dei nuovi programmi. Ossia i piani di ricerca e sviluppo dedicati al settore aerospaziale che vedono il Dass partecipare direttamente e attraverso i suoi soci al bando della Regione per la ricerca nel settore aerospaziale.

Per quanto riguarda i progetti, l’importo complessivo è di 12 milioni di euro e prevedono una richiesta di contributi alla Regione per 8,8 milioni di euro (la disponibilità è di cinque milioni) e una partecipazione dei soci. L’elenco delle proposte è vario.

Loading...

Per l’ambito droni e sensori per applicazioni civili e duali ci sono 4 progetti per 4,9 milioni di investimento e 3,5 milioni di contributo. Il settore relativo al monitoraggio ambientale del territorio, basato su tecnologie satellitari, è composto da 4 progetti, con un investimento di 5,5 milioni di euro e un contributo richiesto di 4 milioni per iniziative che riguardano la monitorizzazione dello spazio, con lo scopo sia di aumentare la sicurezza del patrimonio orbitante (satelliti e le stazioni orbitanti), sia di offrire alle (agenzie spaziali e altre preposte alla sicurezza nazionale) e privati (operatori satellitari) informazioni rilevanti per la sicurezza dei loro asset.

Due progetti – investimento previsto 1,7 milioni e 1,3 di risorse richieste – riguardano la realizzazione di dispositivi elettronici e meteorologici (GPS, Galileo, Copernicus). Dopo la fase di valutazione «che inizia immediatamente», sarà pubblicata la graduatoria finale che permetterà di finanziare subito i progetti migliori. «I numeri del bando sono molto significativi – spiega Raffaele Paci, assessore regionale alla Programmazione –, dimostrano una grande vitalità delle imprese del settore dell’aerospazio, che in Sardegna sta vivendo un momento particolarmente importante, ma anche una forte propensione all’innovazione e all’alta tecnologia, tutti elementi che consideriamo indispensabili per lo sviluppo, l’occupazione e il rilancio dell’economia».

L’auspicio di contributi privati
Dal presidente del Dass, Giacomo Cao, l’auspicio che, per i progetti che supereranno le soglie previste dal bando, «si possano trovare le risorse finanziarie per cofinanziarli tutti, visto che al momento le risorse messe a disposizione non lo consentirebbero». «Il contributo della Regione – conclude Cao – sarà cruciale non solo sotto questo profilo ma anche relativamente alla condivisione di scelte strategiche che possono avere un significativo impatto anche a livello nazionale».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti