Progetto

La scommessa di Iren: produrre idrogeno dal ciclo dei rifiuti

Il sistema utilizzerà l'energia del termovalorizzatore per il gas: questo permette di abbattere i costi ancora molto alti degli elettrolizzatori

L'elettrolizzatore di Iren presso Envipark

3' di lettura

IIn prima fila per lo sviluppo della filiera dell'idrogeno, Iren segue gli sviluppi di alcuni suoi progetti in diverse aree di riferimento su cui opera il Gruppo, un primo passo per accelerare le applicazioni delle nuove tecnologie legate all’idrogeno. «L’interesse della nostra multiutility – sottolinea il presidente Renato Boero – nasce dal fatto che molti dei business consolidati in capo alla società posso avere forti punti di contatto con l'idrogeno». A cominciare dalla possibilità di sfruttare il ciclo dei rifiuti per produrre idrogeno come prevede uno dei progetti in corsa nell'ottica della Hydrogen Valley piemontese.

I vantaggi dell’idrogeno come combustibile o convettore energetico prestoccato sono sul piatto. La sfida è accelerare lo sviluppo delle tecnologie connesse e ampliare l'utilizzo di idrogeno per favorire la decarbonizzazione della filiera energetica. A questo sforzo Iren contribuisce su più fronti. Tra questi lo studio un sistema che permetta la produzione di idrogeno dall’energia dei termovalorizzatori, considerata per il 50% rinnovabile. «La “coperta” delle rinnovabili è corta e sfruttare i termovalorizzatori per la produzione di idrogeno potrebbe fare da acceleratore del processo, almeno in una fase iniziale, e abbattere i costi di produzione ancora alti di elettrolizzatori – che producono idrogeno – e di celle combustibili – che producono energia da idrogeno» spiega il presidente Boero, che aggiunge: «la strategia di decarbonizzazione decisa dall’Ue al 2050 non può prescindere dall’uso dell’idrogeno come energia pulita». Un altro driver è rappresentato dallo studio di procedure per l’utilizzo dell’idrogeno per catturare e trasformare la stessa anidride carbonica in qualcosa di utile, con applicazioni ad esempio nell’edilizia. È quello che si fa ad esempio nel CO2 Circle Lab realizzato con Politecnico di Torino e Enviroment Park. In linea generale l’obiettivo è contribuire a creare filiere che vadano dalla produzione al consumo, primi esperimenti di un ecosistema dell'idrogeno.

Loading...

Il Presidente di Iren Renato Boero

La matrice rifiuti
In particolare, in Piemonte, Iren sta mettendo a punto il sistema per produrre idrogeno dalla matrice rifiuti sfruttando le potenzialità del termovalorizzatore del Gerbido, alle porte di Torino. Si tratta di un impianto già collegato alla rete di teleriscaldamento, con la possibilità di sfruttare il calore prodotto in fase di trattamento dei rifiuti. Il nuovo progetto di Iren prevede che dal ciclo di trattamento dei rifiuti si possa produrre anche idrogeno, in ottica circolare. I termovalorizzatori, in particolare, producono sia energia elettrica che calore, questa energia elettrica, esattamente come un impianto fotovoltaico, può alimentare gli elettrolizzatori che producono idrogeno, con il vantaggio di avere un funzionamento non intermittente ma costante nella giornata in grado di ammortizzare i costi legati alla produzione di idrogeno e accelerare lo sviluppo di queste tecnologie. Inoltre una quota del 50% dell'energia prodotta da un termovalorizzatore è considerata rinnovabile in quanto la componente biogenica del rifiuto in ingresso ha fonte organica.

Impianti, centrali e produzione
In linea generale, lo sviluppo dell’idrogeno sarà collegato alla “riconversione” di impianti di alimentazione per settore energivori, cosa destinata ad accadere anche per le centrali termoelettriche che già ora potenzialmente riescono ad assorbire un mix di gas e idrogeno con percentuali destinate via via ad aumentare grazie all'evoluzione delle tecnologie collegate all'idrogeno.

L’idrogeno poi è un componente di processi produttivi importanti, ad esempio dei polimeri, dunque utilizzare nell'industria idrogeno da fonte rinnovabile e aumentare la sostenibilità dei processi produttivi sostituendo progressivamente la matrice fossile.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti