TROPICI A NUMERO CHIUSO

La spiaggia di Maya Bay chiusa ai turisti fino a data da destinarsi

di Redazione Viaggi24


default onloading pic
(afp)

1' di lettura

È ufficiale. Dopo che per mesi si sono rincorse voci discordanti, ora è certa la chiusura definitiva ai turisti di Maya Bay, la spiaggia divenuta celebre dopo il film del 1990 “The beach” con il giovane Leonardo DiCaprio, che si trova sull’isola Koh Phi Phi.

Sul sito dell’autorità del turismo della Thailandia si legge infatti che la spiaggia visitata da 5000 turisti al giorno ha bisogno di un periodo di chiusura per ”riprendersi” dai danni causati alla barriera corallina e dalle barche che attraccano nella baia in alta stagione. Quel periodo che prima era stato fissato a pochi mesi si estenderà fino a data da definirsi.

Troppi turisti, chiude la baia da sogno di "The Beach"

Chiusure temporanee di attrazioni naturali non sono comunque nuove in Thailandia. Ogni anno, il DNP chiude diversi parchi nazionali per un determinato periodo per consentire il giusto tempo di recupero ecologico. A seconda delle condizioni meteorologiche e della dislocazione dei parchi vengono decise le date di chiusura al pubblico. Le limitazioni sono dovute prevalentemente a condizioni meteorologiche estreme, specialmente durante il piovoso monsone annuale che può creare condizioni insicure. L’ente del turismo fa sapere che la provincia di Krabi conta 154 isole e tre parchi naturali che sono comunque accessibili, come Mu Ko Phi Phi, Ko Hong, Ko Dam Hok Dam Khwan, Ko Poda, Ko Ngai, Ko Lanta, Nopparat Thara Beach, Ao Nang Beach, Thap Khaek Beach, Ba Kantiang Beach e West Rai Le Beach.

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...