ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più“Cose che noi umani”

La storia visual del coronavirus: l’ultimo progetto di Lab24

È online il racconto visual degli eventi che resteranno nella memoria collettiva. Navigabile in modalità dark o light seguendo 4 filoni tematici

di Luca Salvioli

default onloading pic

È online il racconto visual degli eventi che resteranno nella memoria collettiva. Navigabile in modalità dark o light seguendo 4 filoni tematici


3' di lettura

Non dimenticheremo mai quello che è successo in questi cinque mesi. Ci sono immagini di una tale forza evocativa da essere riuscite a superare in un giorno il “futuro distopico” immaginato dalle serie tv.

Mentre le nostre vite scorrevano tranquille sul finire del 2019, una strana polmonite arrivava in una metropoli della Cina centrale. Sembrava una cosa lontana, poi in un giorno di fine febbraio è stata proprio l’Italia a scoprire che il nuovo coronavirus non era poco più di una normale influenza.

Il papa che celebra la messa in piazza San Pietro, da solo sotto il diluvio. Le bare con morti di Bergamo, portate sui camion militari. Su Lab24, l’area visual del Sole 24 Ore, abbiamo realizzato una cronistoria di questi mesi scegliendo le immagini che resteranno nella memoria collettiva. Le date chiave, accompagnate dal numero di contagiati e decessi che avanza. È navigabile in modalità dark o light seguendo 4 filoni tematici: sanità, economia, politica e società. E verrà aggiornata nei prossimi mesi.

Cose che noi umani: la cronistoria visual della pandemia

Si chiama “cose che noi umani”, un titolo ispirato a Blade Runner, il film di Ridley Scoot uscito nel 1982 ma ambientato proprio nel 2019, dove il “voi” originale diventiamo “noi” in questi giorni fragili che non avremmo immaginato.

Tutto inizia a Wuhan, poi l’talia diventa il nuovo epicentro del virus che, come uno sciame, si sposta da una regione del mondo a un'altra, bloccando il movimento di persone e l'economia come mai successo, dalla seconda guerra mondiale in poi. Piazza Affari l’11 marzo perde il 16,92%, la peggior seduta della sua storia. Due giorni dopo Wall Street fa -12%, peggior calo giornaliero dal 1987. Il Patto di Stabilità, oggetto di dibattito da anni, viene sospeso, mentre le banche centrali, da poco uscite da anni di politiche espansive per fronteggiare la crisi finanziaria prima e dei debiti sovrani poi, si trovano ad ffrontare una nuova, vertigionosa recessione con misure straordinarie.

Mentre la scienza si confronta con un virus arrivato da pochi mesi nell'uomo con uno sforzo mai visto: decine di progetti che puntano a trovare un vaccino, sperimentazioni su vecchi e nuovi farmaci, indagini per capire come si trasmette, se garantisce l’immunità, se si indebolisce o meno con il caldo estivo. Indagini per capire quando è davvero arrivato nell’uomo.

Su Lab24 il primo lavoro dedicato al coronavirus è stata la pagina con i dati, la mappa e i grafici della diffusione dell’epidemia in Italia. È online da tre mesi, appena dopo il primo caso a Codogno il 21 febbraio. Inizialmente era solo una mappa, per localizzare le prime zone rosse. Poi il lockdown è arrivato in tutta la Lombardia e poco dopo in tutta Italia: così la pagina è cresciuta, con nuovi grafici, focus regionali e provinciali, confronti internazionali.

Ha superato i 50 milioni di pagine viste, con un picco di accessi ogni giorno intorno alle 18, quando la protezione civile diffonde i nuovi dati giornalieri. È la pagina più vista della storia del Sole24ore.com.

Sono arrivate centinaia di mail e migliaia di messaggi sui social. I lettori hanno proposto nuove visualizzazioni, in alcuni casi accolte, che hanno fatto della pagina del coronavirus in Italia un progetto condiviso.

L'informazione online del Sole 24 Ore nella prima settimana di maggio, secondo le rilevazioni Audiweb Week, è salita all'ottavo gradino della classifica dei siti di informazione online e registra l'incremento più elevato della top ten, pari a +83%, rispetto al periodo pre-Covid (periodo confrontato: 20/01 – 16/02 2020). Nel primo trimestre 2020 Il Sole24ore.com ha registrato una crescita del 112%.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti